membership first

Sciopero degli attori, rimosso Doug Allen; scongiurata la protesta?

Sciopero degli attori, rimosso Doug Allen; scongiurata la protesta?

Ciao ciao Doug Allen, ciao ciao (forse) referendum per lo sciopero: come avevamo accennato ieri, Doug Allen è stato rimosso da capo della squadra delle trattative, ed è un chiaro segnale che i leader del sindacato vogliono cancellare le divisioni create dalla proposta di sciopero degli attori, e soprattutto, che a breve potrebbero riprendere le trattative o accettare la famosa ultimissima offerta

“Ai Sag Awards boicottate gli attori contro lo sciopero”

“Ai Sag Awards boicottate gli attori contro lo sciopero”

Non si ferma la battaglia per l’autorizzazione allo sciopero degli sceneggiatori, battaglia che si tinge di giallo dopo la richiesta di boicottaggio nei confronti di otto attori nominati ai Sag Awards, gli Oscar del sindacato degli attori, previsti per il 25 gennaio

Doug Allen: “Lo sciopero degli attori è necessario”

Doug Allen: “Lo sciopero degli attori è necessario”

Dopo "lo sciopero non avrà effetti troppo pesanti sull'industria" che hanno portato alcuni a chiederne addirittura le dimissioni, il direttore esecutivo nazionale della SAG, Doug Allen, torna a dire la sua sullo sciopero degli attori, in una lettera dai toni duri che dovrebbe convincere gli attori a votare sì allo sciopero

Sciopero degli attori, nuovi negoziatori per la Sag?

Sciopero degli attori, nuovi negoziatori per la Sag?

Anno nuovo, negoziatori nuovi? Sì secondo il Los Angeles Times, che scrive come la fazione moderata della Sag starebbe tramando per sostituire il team di negoziatori che conducono le trattative nella speranza di arrivare a firmare un contratto con le majors ed evitare così uno sciopero degli attori

Sciopero degli attori, gli aggiornamenti di fine anno

Sciopero degli attori, gli aggiornamenti di fine anno

Lo sciopero degli attori? Se sarà autorizzato, non causerà troppi danni all'industria: la tesi (lasciamo a voi altre considerazioni) è di Doug Allen, esponente di spicco della Sag che da tempo, assieme al presidente Rosenberg, si batte per convincere gli attori a votare sì al referendum, al momento rimandato a data da destinarsi in attesa di una riunione prevista nei giorni precedenti alla metà di gennaio

Aftra e Sag tratteranno assieme il rinnovo dei contratti pubblicitari

Aftra e Sag tratteranno assieme il rinnovo dei contratti pubblicitari

Divisi sullo sciopero degli attori, i due sindacati Sag e Aftra si ritrovano per contrattare sui proventi e sulle condizioni lavorative dei loro rappresentati che lavorano per la pubblicità: la 'ratifica' dell'accordo, de facto già esistente, verrà presentata in seguito ad un meeting del 9 e del 10 gennaio, presumibilmente a metà ffebbraio

Sciopero degli attori, slitta il referendum

Sciopero degli attori, slitta il referendum

Il dissenso allo sciopero aumenta ogni giorni di più, ed in un sorprendente (ma alla fine neanche tanto) comunicato, il direttore esecutivo Doug Allen ha reso noto lo slittamento delle votazioni per lo sciopero dal 2 gennaio ad un non meglio specificato giorno successivo al 13 di gennaio, quando si terrà un meeting d'emergenza del board della Sag

Sciopero degli attori, si discute anche a Natale

Sciopero degli attori, si discute anche a Natale

Neanche le vacanze natalizie fermano i boatos sull'eventuale sciopero degli attori, con la battaglia sul referendum, previsto per il due gennaio, che continuerà ad essere combattuta per tutto natale

Sciopero degli attori, Rosenberg va avanti

Sciopero degli attori, Rosenberg va avanti

Comunque consapevole delle difficoltà che lo attendono, soprattutto per quanto riguarda il probabile mancato raggiungimento del quorum per ottenere lo sciopero degli attori, Alan Rosenberg non fa comunque marcia indietro