Vittorio Brumotti aggredito con una pistola: emergono dettagli scioccanti

Denis Bocca
  • Esperto di Uomini e Donne e Grande Fratello Vip
  • Autore esperto di Paolo Bonolis e Maria De Filippi
15/08/2022
Vittorio Brumotti aggredito con una pistola: emergono dettagli scioccanti

Paura per l’inviato di Striscia La Notizia: è stato aggredito a Los Angeles

Grande e terribile paura per Vittorio Brumotti che si trovava negli Stati Uniti d’America e più precisamente a Los Angeles: mentre si trovava in strada che passeggiava in compagnia della fidanzata e di qualche amico è stato preso di mira da quattro ragazzi con l’intenzione di derubarlo, cosa che poi è successa dopo averlo minacciato con una pistola. Per fortuna la fidanzata è rimasta illesa, ma lo spavento è stato enorme e si è sicuri che la paura rimarrà addosso alla loro pelle ancora per giorni e giorni.

Vittorio Brumotti racconta l’aggressione: “Mi hanno messo una pistola in bocca e mi hanno derubato”

L’inviato di Striscia La Notizia è stato vittima di un’aggressione mentre si trovava a Los Angeles con amici e la compagna Annachiara Zoppas, che per fortuna è rimasta illesa. Come ha raccontato lui stesso è stato preso a calci e pugni da questi quattro ragazzi che volevano derubarlo, e poi è stato minacciato con una pistola messagli direttamente in bocca. Alla fine gli hanno portato via lo zaino e l’orologio. Le sue parole fanno rabbrividire pensando che poteva finire in tragedia se qualcosa fosse andato storto: “Mi hanno dato il calcio di una pistola in testa e mi sono svegliato per terra con un’altra pistola infilata in bocca, è stato un momento terribile”.

Vittorio Brumotti aggredito e derubato, come sta? Il suo racconto è drammatico e scioccante

Il racconto di Vittorio Brumotti sull’aggressione subita a Los Angeles è scioccante e infatti i followers si sono subito preoccupati per lui chiedendogli come stesse. Si trovava in vacanza a Los Angeles con la sua ragazza Annachiara Zoppas e stava girando dei video con la sua bicicletta sulla Pacific (via principale della costa) quando in lontananza ha visto due ragazzi che si stavano picchiando. Ha deciso quindi di allontanarsi, per evitare guai, ma dopo si è accorto che erano in quattro a seguirlo, poi la situazione è degenerata: lo hanno colpito con il calcio di una pistola dritto in testa, poi buttato a terra e riempito di calci e pugni. Dopo avergli messo un’altra pistola in bocca gli hanno rubato l’orologio e lo zaino. Poi sono scappati, per fortuna. “Nel giro di poco è intervenuta la polizia con diverse pattuglie e un elicottero” ha raccontato lui, chiudendo col dire che “io sono un po’ abituato alle aggressioni, ma quello che è successo oggi è sicuramente il record di violenza che abbia mai subito”.