Un Posto al sole anticipazioni oggi 2 agosto 2018: Marco consola Elena

Elena fa i conti con le conseguenze della scelta di denunciare Massimo Enriquez, ma Marco è pronto a consolarla. Intanto Giulia vive un profondo momento di crisi, secondo le anticipazioni di Un Posto al sole di oggi 2 agosto 2018, la Poggi è profondamente turbata dall'ultimatum di Denis. La puntata della soap opera va in onda alle 20.45 su Rai 3

Pubblicato da Chiara Podano Giovedì 2 agosto 2018

Un Posto al sole anticipazioni oggi 2 agosto 2018: Marco consola Elena

Protagonista delle anticipazioni di Un Posto al sole di oggi 2 agosto 2018 è Elena Giordano, la donna fa i conti con la scelta di denunciare Massimo Enriquez, ma Marco è pronto a farsi avanti e a consolare la mamma di Alice. Il ragazzo potrebbe aggiungersi alla lista di problemi che ha già la Giordano. Un posto al sole vi aspetta alle 20.45 su Rai 3.

Non c’è pace per Elena, la figlia di Marina aveva riflettuto bene sulle conseguenze di denunciare Enriquez e come svelano le anticipazioni di Un Posto al sole di oggi 2 agosto 2018, la Giordano dovrà fare i conti con la dura realtà.

A consolarla però c’è Marco il ragazzo per cui la figlia Alice si è presa una cotta. Nuovi guai in vista per Elena?
Nelle puntate scorse di Un Posto al sole Marco ha difeso la mamma di Alice dall’arroganza dell’avvocato Enriquez.

Intanto Giulia entra in un profondo stato di crisi: Denis le ha chiesto di scegliere tra l’amore per lui e la famiglia. A Palazzo Palladini anche l’ex manager dei cantieri Filippo Sartori è in piena crisi, non sa come uscire dalla crisi finanziaria in cui è entrato il giorno del funerale di Gigi Del Colle.

Il marito di Serena si mostra sempre più interessato alla questione dell’eredità dell’attore che potrebbe risollevarlo. L’ingenua Cirillo però continua a non sapere cosa è accaduto alle finanze del marito.

Tutto, ma proprio tutto sulla vostra amata soap opera, sul sito di Rai Play dove troverete tutti gli episodi di Un Posto al sole e potrete guardare le puntate in streaming.