Stefano Tacconi condizioni dopo l’aneurisma: “Tornerà a casa”, parla il figlio

Marinella Aiello
  • Esperta di Grande Fratello, Reality Show
  • Autrice di gossip e personaggi tv
27/04/2022
Stefano Tacconi condizioni dopo l’aneurisma: “Tornerà a casa”, parla il figlio

Leggeri miglioramenti per Stefano Tacconi dopo l’aneurisma che l’ha colpito sabato scorso

Quello appena trascorso è stato un weekend difficilissimo per la famiglia Tacconi. L’ex portiere è stato infatti colpito da un’aneurisma che lo ha costretto al ricovero nel reparto di Neurochirurgia e Terapia intensiva dell’ospedale di Alessandria. Insieme a lui sin dai primissimi momenti dopo il malore c’è il figlio Andrea, che ha rilasciato anche delle dichiarazioni al Corriere della Sera in merito alle condizioni di salute del padre. In primis ha rassicurato tutti affermando che il tempestivo intervento chirurgico è andato bene. “Ora è in coma farmacologico” racconta Andrea Tacconi “Adesso bisogna aspettare e vedere come reagirà il fisico. I medici parlano di un leggero miglioramento, ma sono ancora cose lunghe“. Un altro segnale di miglioramento Andrea lo ha visto proprio coi suoi occhi ed ha provato molto conforto vedendo il padre muovere leggermente gli arti e lo sguardo.

Solidarietà da tutto il mondo per la famiglia Tacconi, inondata da messaggi e chiamate a supporto in questi giorni difficili

Come accade in queste occasioni, Andrea Tacconi e la sua famiglia hanno ricevuto telefonate e messaggi di vicinanza da parte di centinaia di persone affezionate a Stefano. “Mi hanno chiamato in tantissimi, da tutto il mondo. E’ una cosa che mi riempie d’orgoglio” ribadisce sempre al Corriere il figlio dell’ex portiere, che si augura di poter festeggiare quanto prima il ritorno a casa del padre con una grande festa. Queste dimostrazioni d’affetto lo hanno aiutato a non perdere mai la speranza.  Prima d’ora Stefano Tacconi non ha mai sofferto di patologie gravi grazie ad un fisico forte e sano ed anche questo fa ben sperare in una sua guarigione in tempi, tutto sommato, rapidi.

Parla il figlio di Stefano Tacconi: “E’ sempre stato un padre straordinario”

Quello di Andrea Tacconi con il padre è un rapporto autentico che Stefano è stato in grado di coltivare con amore nel corso degli anni, stando vicino ai suoi figli senza mai soffocare la loro libertà. “Io ho giocato a calcio facendo il portiere per Lazio, Como e Reggiana, poi a 20 anni ho deciso di smettere” racconta Andrea “Quando giocavo mio padre era contento, anche se mi ha sempre detto di sentirmi libero nelle mie scelte, anche quando ho mollato mi ha sempre sostenuto“. Ed a proposito di sport, dopo l’addio al calcio giocato Stefano Tacconi non ha mai smesso di essere un grande sostenitore della Juventus nonostante si sia allontanato da quel mondo. Sempre Andrea, infatti, racconta al Corriere cosa pensa il padre del calcio attuale: “L’idea sua è che i soldi abbiano rovinato il calcio, si sono persi i valori e non ci sono più i campioni veri di una volta“.