Star Trek, tragica scomparsa: morta la protagonista Nichelle Nichols

Raffaele Ciniglio Ainis
  • Esperto di Grande Fratello Vip, Amici e Uomini e Donne
01/08/2022
Star Trek, tragica scomparsa: morta la protagonista Nichelle Nichols

L’attrice protagonista di Star Trek scomparsa nella notte: lo annuncia il figlio

Un lutto dolorosissimo ha colpito il cinema d’oltreoceano e non solo. L’attrice afro-americana Nichelle Nichols è scomparsa all’età di 89 anni. Una notizia che ha sconvolto milioni di appassionati del cinema che hanno visto per anni nell’attrice, inserita anche tra le stelle dell’ambita Walk of fame, un punto di riferimento unico e per tanti versi inimitabile. A dare la notizia della dipartita della donna c’è stato il figlio, Kyle, che ha deciso di utilizzare la sua pagina Facebook per annunciare la scomparsa della madre con parole davvero toccanti: “Mi dispiace informarvi che una grande stella del firmamento non brilla più per noi. Ieri notte, mia madre è morta per cause naturali. La sua luce, tuttavia, come le antiche galassie, rimarrà per noi e per le generazioni future”. Una scomparsa che segna un punto di non ritorno nel cuore di tutti gli appassionati del genere, e in particolare il mondo della fantascienza perde uno dei suoi punti più alti.

Nichelle Nichols ha vinto una battaglia contro gli stereotipi: al di là del successo come attrice

Come sapranno quasi tutti, Nichelle è ricordata principalmente per aver interpretato il tenente Nyhota Uhura nella serie originale di Star Trek, tra il 1966 e il 1969, portando il suo ruolo a livelli di successo mai visti anche per questioni molto al di là del mero aspetto artistico. Nichelle ha infatti sconfitto molti degli stereotipi che venivano affiliati agli afroamericani grazie al suo personaggio, dando il via a tutta una serie di donne di colore che grazie al suo ruolo hanno cercato di intraprendere la professione di astronauta. Oltre a ciò, è riuscita anche grazie al suo personaggio, che era tutto fuorché un personaggio stereotipato, ad abbattere anche la barriera del razzismo e degli stereotipi razziali. Suo fu infatti uno dei primi baci interrazziali mostrati su schermo, in un periodo estremamente difficile per gli afro-americani come gli anni ’60. Il tenente Uhura si concesse infatti un bacio con il capitano Kirk, magistralmente interpretato da William Shatner.

Al di là del cinema: quando Martin Luther King si appellò a Nichelle Nichols

Lo straordinario successo di Nichelle Nichols nei panni di Uhura portò moltissimi vertici delle comunità afro-americane a farne un punto di riferimento. Nel 1968 voleva abbandonare la serie, ma a convincerla a rimanere fu nientemeno che una figura ‘discretamente’ (si colga l’ironia) importante nella storia delle persone di colore: Martin Luther King. Il dottor K chiese alla donna di rimanere per portare avanti il suo personaggio, visto che era l’unica non stereotipata della televisione. Nichelle, inoltre, è stata per anni anche un’ambasciatrice della Nasa. Che dire, da stella del cinema la Nichols è tornata a essere una stella del cielo.