Letizia Battaglia morta dopo la sua fiction: “Lo sapeva” svela il regista

Gianluca Di Fuccia
  • Esperto di Oggi è un altro giorno
21/05/2022
Letizia Battaglia morta dopo la sua fiction: “Lo sapeva” svela il regista

Solo per passione – Letizia Battaglia, il regista italiano ricorda la celebre fotografa

Roberto Andò, regista della nuova serie di Rai1 che andrà in onda domenica 22 e lunedì 23 maggio, dedicata all’omonima protagonista, figura importantissima del panorama artistico e giornalistico italiano, ha espresso recentemente in un’intervista per DiPiu’Tv, il suo dispiacere per la scomparsa della celebre fotografa. Scomparsa lo scorso 13 aprile all’età di 87 anni mente combatteva da tempo contro una feroce malattia, la siciliana era un’icona mondiale non solo per i ritratti artistici ma anche per il suo lavoro di fotoreporter. Il regista ha voluto ricordare quanto fosse importante questa nuova fiction per Letizia Battaglia, anche per via della sua costante presenza sul set fino al momento della sua morte: “Sapeva di stare male, non lo nascondeva ed esorcizzava così, ironica e diretta, come sempre la morte.”

Isabella Ragonese, pronta per interpretare la fotoreporter nella nuova fiction di Rai1

Proseguendo poi con l’intervista per DiPiuTv, il regista si è soffermato sulla figura di Isabella Ragonese, l’attrice scelta per interpretare proprio Letizia Battaglia, affermando che quest’ultima dopo l’incontro con lei,  fu davvero entusiasta della scelta effettuata: “Da giovane ero bella, ma Isabella è ancora piu’ bella di me.” La stessa Isabella, completamente affascinata dalla fotografa siciliana ha voluto renderle omaggio nella miglior maniera possibile, osservando e studiando attentamente sul set, le movenze, la gestualità, il modo di tenere la macchina fotografica.

Letizia Battaglia, il rapporto speciale con Roberto Andò e il suo grande desiderio

Ricordando la personalità unica della celebre fotografa, Roberto Andò ha dichiarato che l’aiuto della fotoreporter per la realizzazione della fiction è stato fondamentale, poichè la bellezza di quanto prodotto è il risultato della capacità di Letizia Battaglia di raccontare la sua vita, mettendosi a nudo attraverso i drammi, le fragilità, e il suo incredibile spirito di libertà: “Si fidava, ci conoscevamo da quaranta anni, da quando lei era già nota ovunque come ‘la fotografa della mafia’.” Il regista ha poi concluso augurandosi che attraverso questa storia, la fiction possa raggiungere il cuore di ognuno, realizzando così il desiderio espresso proprio dalla celebre fotografa siciliana.