Serena Bortone spiazzata da un ospite: “Ero la mascotte delle prostitute”

Gianluca Di Fuccia
  • Esperto di Oggi è un altro giorno
04/04/2022
Serena Bortone spiazzata da un ospite: “Ero la mascotte delle prostitute”

Serena Bortone: le confessioni di un malandrino a “Oggi è un altro giorno”

Angelo Branduardi, in qualità di ospite, ha presenziato gioiosamente al programma tv “Oggi è un altro giorno”, la trasmissione di Rai Uno andata in onda nel primo pomeriggio del lunedì 4 aprile 2022. Al salotto televisivo di Serena Bortone, il grande cantautore si è definito “malandrino“ dopo aver narrato alcuni dettagli della sua giovinezza che hanno lasciato la conduttrice letteralmente spiazzata. Branduardi a proposito del suo trascorso ha dichiarato: “Tutti gli artisti trasgrediscono qualcosa per poter creare, per poter vedere al di là della porta chiusa. Serve un passo avanti rispetto agli altri”.

Oggi è un altro giorno, il ricordo della giovinezza di Angelo Branduardi

Serena Bortone, gli ha poi mostrato un filmato inerente alle sue esibizioni passate e Angelo Branduardi ha allegramente affermato:“Da giovane veramente cantavo male. Fortunatamente con i capelli bianchi l’ugola ha acquisito toni bassi, meno ricercati, più veri. Mi fa una certa impressione rivedermi quando ero poco più che un adolescente. Meglio oggi”. Il cantautore, a “Oggi è un altro giorno”, si è poi soffermato sul suo rapporto con la musica, iniziato da giovanissimo: “A cinque anni studiavo già violino. Fui folgorato dalla forma fisica di questo strumento, sinuoso come una donna. Non ho studiato musica antica al Conservatorio, l’ho ascoltata per caso e mi ha conquistato.”

Serena Bortone colta alla sprovvista dalla dichiarazione di Branduardi

Nello scorrere della sua intervista, Angelo Branduardi ha ricordato che nei vicoli di Genova domandava spesso a sua madre chi fossero quelle donne sempre in piedi per la strada: “Un giorno scappai mentre io e mia madre eravamo al mercato e andai da loro, chiedendo loro cosa facessero. Mia madre, quando mi raggiunse, si scusò con loro: era viola in faccia. In seguito, una di esse mi portò a mangiare il brodo di trippa e divenni la loro mascotte, tanto che si muovevano in massa per assistere ai miei concerti.”Fu proprio in questo modo che Branduardi divenne la mascotte delle prostitute locali, un’esperienza che ambigua e spensierata che allo stesso tempo ha saputo divertire e stupire Serena Bortone e il pubblico della buona TV del successo di “Oggi è un altro giorno.”