Sanremo, Gianni Morandi felice del ritorno al Teatro Ariston: “Mi sono commosso”

Fabio Giogli
  • Esperto di Don Matteo e fiction Rai
  • Autore Esperto de L'Isola dei Famosi e programmi del daytime di Rai 1 e Canale 5
27/02/2022
Sanremo, Gianni Morandi felice del ritorno al Teatro Ariston: “Mi sono commosso”

Festival di Sanremo, Gianni Morandi sulla sua ultima partecipazione: “Contento che la canzone piaccia”

Si è classificato terzo all’ultima edizione del Festival di Sanremo risultando una delle rivelazioni della kermesse. Eppure Gianni Morandi a quel palco ci è abituato date le diverse partecipazioni in gara e, due, come conduttore. L’artista bolognese si è raccontato al settimanale Mio svelando le emozioni del ritorno nella città dei fiori e il rapporto con l’autore del suo brano Apri tutte le porte Jovanotti.

Mi sono commosso per l’accoglienza ricevuta al Teatro Ariston. Ho visto i 60 anni di carriera passarmi davanti. Appena è partita l’introduzione, mi sono liberato. Lorenzo mi ha detto che stavo andando alla grande, ero felicissimo. Siamo molto amici, ci sentiamo tutti i giorni e ci diamo molti consigli. Sono contento che la canzone piaccia, la sento canticchiare in giro ogni tanto.

Gianni Morandi, la vita dopo l’incidente: “Ora ho più paura, mi piace il rischio. Per questo sono tornato a Sanremo”

Un ritorno a Sanremo davvero in grande stile e spolvero per Gianni Morandi il quale, sempre al settimanale Mio, ha raccontato anche di come sia cambiata la sua vita dopo l’incidente che gli ha causato delle gravi ustioni.

Il tempo ci ha aiutato a capire che tutto può succedere nella vita e, per questo, ora ho più paura. Ma a me piace rischiare. Per questo ho deciso di partecipare nuovamente a Sanremo. Mi ha dato una carica straordinaria.

Gianni Morandi sui giovani del Festival di Sanremo: “Duettare con loro? Perché no

Una carriera, quella di Gianni Morandi, che come lui racconta ha rischiato di subire battute d’arresto come è accaduto negli anni’ 70. Ma l’artista bolognese, terzo classificato alla kermesse, ritiene naturale tutto ciò perché il percorso di un cantante è fatto di successi ed insuccessi. Felice di aver stretto rapporti con i grandi della musica italiana, sui giovani che hanno partecipato a Sanremo 2022 ha, infine, detto:

Sono molto più determinati e sicuri di noi. La mia generazione si buttava con più leggerezza. Ho trovato davvero artisti molto bravi da Rkomi a Mahmood fino a Blanco. Duettare con loro? Perché no.