Sanremo, bufera su Gianni Morandi: Codacons pronto a prendere provvedimenti

Sanremo, bufera su Gianni Morandi: Codacons pronto a prendere provvedimenti
-
05/01/2022

Sanremo 2022, Codacons chiede esclusione di Gianni Morandi dalla gara

Non si placa la bufera sulla mancata esclusione di Gianni Morandi da Sanremo 2022. A mettere benzina sul fuoco, dopo la decisione presa ieri dalla Rai di non squalificare il cantante bolognese dalla gara che avrà inizio il prossimo 1 Febbraio, ci pensa il Codacons a rincarare la dose. Quest’ultimo, come riporta il sito Davidemaggio.it, ritiene ingiusta la posizione presa da Viale Mazzini che ha valutato, il gesto di Morandi, innocuo e involontario. L’artista ha pubblicato, seppur in sottofondo, erroneamente sui social un estratto del brano che presenterà al Festival fra poco meno di un mese.

Gianni Morandi sotto attacco, il Codacons contesta la sua partecipazione a Sanremo 2022

Il Codacons, nell’affondo fatto stamattina alla Rai e riportato da Davidemaggio.it, contesta la partecipazione di Gianni Morandi al Festival di Sanremo 2022 in quanto la sua mancata squalifica viola, di fatto, il regolamento della kermesse che sancisce l’assoluta originalità del pezzo che l’artista deve presentare in gara.

La Rai si arrampica sugli specchi e, con una motivazione competamente assurda e inverosimile, decide di non squalificare Gianni Morandi dal Festival di Sanremo, nonostante la sua canzone non sia più inedita in quanto pubblicata parzialmente sul web. Con una spiegazione che lascia basiti, la Rai, parlando di tutori ed errori commessi involontariamente dal cantante, lascia Morandi in gara, decisione che sembra costituire una violazione del regolamento del Festival secondo cui tutti i brani in gara devono essere inediti, ossia mai ascoltati dal pubblico.

Sanremo 2022, Codacons chiede esclusione di Gianni Morandi e ricorda i precedenti

Il Codacons continua, inoltre, sottolineando che la decisione della Rai di non escludere Gianni Morandi da Sanremo 2022 crea un precedente rispetto ad altri episodi avvenuti nelle edizioni passate del Festival e minaccia, pertanto, ricorso contro questa posizione presa da Viale Mazzini.

Eppure in passato la Rai aveva escluso per gli stessi motivi altri artisti, da Patty Pravo a Ornella Vanoni. Riteniamo che il caso di Gianni Morandi abbia costituito una palese violazione del regolamento del Festival di Sanremo e, pertanto, stiamo valutando di impugnare in Tribunale la decisione della Rai.

Fabio Giogli
  • Scrittore e Blogger