Sanremo 2016, i Dear Jack cantano la cover di Un bacio a mezzanotte dei Quartetto Cetra

Si tratta di uno dei più grandi successi del gruppo

Pubblicato da Fulvia Leopardi Mercoledì 10 febbraio 2016

Nella serata delle cover al Festival di Sanremo 2016, i Dear Jack propongono la cover di Un bacio a mezzanotte dei Quartetto Cetra. Orfani di Alessio Bernabei (che corre in solitaria) e ‘muniti’ della new entry Leiner Riflessi (ex X Factor), la band gareggerà al Festival con Mezzo Respiro. Come verrà fuori questo classifico del 1952 portato in scena da Felice Chiusano, Giovanni ‘Tata’ Giacobetti, Lucia Mannucci e Antonio Virgilio Savona nella versione di, oltre a Riflessi, Lorenzo Cantarini, Francesco Pierozzi, Riccardo Ruiu, Alessandro Presti? Ai posteri l’ardua sentenza…

I Dear Jack nella serata delle cover al Festival di Sanremo 2016 presenteranno Un bacio a mezzanotte dei Quartetto Cetra: il brano [titolo completo, Non ti fidar di (Un bacio a mezzanotte)] risale al 1952 ed è uno dei più noti (se non il più noto) del gruppo. Nessuna dichiarazione sulla scelta della canzone (ancora), se non che sarà una versione inedita (ovviamente, essendo una cover). Nell’attesa del riscontro al Festival di Sanremo 2016, ecco il testo della canzone.

Dear Jack, Un bacio a mezzanotte: la cover a Sanremo 2016. Il testo della canzone

Non ti fidar
di un bacio a mezzanotte
se c’è la luna non ti fidar
perché perché
la luna a mezzanotte
riesce sempre a farti innamorar
non ti fidar di stelle galeotte
che invitano a volersi amar
mezzanotte per amar
mezzanotte per sognar
fantasticar
Ma come farò senza più amar
ma come farò senza baciar
ma come farò a non farmi tentar
luna luna tu
non mi guardar
luna luna tu
non curiosar
luna luna tu
non far la sentinella
ogni stella in ciel
parla al mio cuor
ogni stella in ciel
parla d’amor
ogni stella in ciel sarà
la mia stella
mezzanotte per amar
mezzanotte per sognar
fantasticar
Non ti fidar
di un bacio a mezzanotte
se c’è la luna non ti fidar
perché perché
la luna a mezzanotte
riesce sempre a farti innamorar
non ti fidar di stelle galeotte
che invitano a volersi amar
mezzanotte per amar
mezzanotte per sognar
fantasticar