Sanremo 2012 con Gianni Morandi? “Ci vorrebbe una buona idea”

Pubblicato da Giorgia Iovane Lunedì 14 marzo 2011

Sanremo 2012 con Gianni Morandi? “Ci vorrebbe una buona idea”

Dopo il meritato riposo dai successi di Sanremo 2011, Gianni Morandi sembra essere ‘pronto’ a bissare l’esperienza sul palco dell’Ariston, come auspicato dal direttore di RaiUno, Mauro Mazza, all’indomani della chiusura del Festival dei Record. Certo, ripetere l’esperienza dopo un risultato così ‘esaltante’ per critica e pubblico ha i suoi rischi e così Morandi, pur confermando l’esistenza di trattative in corso con la Rai, tira un po’ il freno a mano: “Ci vorrebbe un’altra buona idea” dice a Il Messaggero.

Può sembrare prematuro pensare già alla prossima edizione del Festival di Sanremo a meno di un mese dalla conclusione della 61ma, che ha visto di successo di Gianni Morandi, di Luca e Paolo, di Belen Rodriguez (un po’ meno di Elisabetta Canalis) e la vittoria di Roberto Vecchioni. Di fatto, però, il direttore di RaiUno Mauro Mazza e il confermato direttore Aristico Gianmarco Mazzi (le ‘mazze’ di Sanremo 2011) sono già al lavoro.

Sull’organizzazione di Sanremo 2012 pesa ancora lo scontro tra il consigliere di amministrazione Antonio Verro e l’agente Lucio Presta (con il dg Mauro Masi stretto tra i desiderata della maggioranza e la necessità di garantirsi un altro Sanremo di successo), ma inevitabilmente si guarda a un Morandi-Bis.

Già durante la finale di sabato 19 febbraio Mauro Mazza dalla platea dell’Ariston auspicava un duo Morandi-Ranieri, ma prima che possa definirsi un nuovo cast dovranno prima placarsi le acque agitate dei corridoi di Viale Mazzini. Ciò non vieta a Il Messaggero di ‘mettere sotto torchio’ Morandi. “Ci siamo rivisti con i dirigenti Rai, ne abbiamo parlato ancora – ha detto l’eterno ragazzo di Monghodoro -. E’ vero: abbiamo lasciato una buona traccia. Riprovarci? Ci vorrebbe un’altra idea buona“. La partecipazione (e la vittoria) di un cantautore come Roberto Vecchioni una strada l’ha di certo aperta e l’apporto ‘personale’ di Morandi in questo senso è stato determinante: “Certo, si è aperta una strada e bisogna continuare in quella direzione – ha aggiunto Morandi – ma sono ancora confuso, anche se li ringrazio. Diciamo che dobbiamo riflettere tutti: loro (la Rai, n.d.r.) e io“.

Nel frattempo, anche grazie alla deteriminazione e all’energia di Morandi, Vecchioni sta vivendo una vera e propria ‘giovinezza’ televisiva: “E’ stato a Ballando con le Stelle – dice Morandi – e l’ho visto anche ospite ad Amici, una sorta di abbraccio fra due mondi che prima erano lontanissimi. Roberto è in un gran momento e fa bene ad andare in giro più che può con la sua canzone che sta andando fortissimo“.

Insomma si stanno ancora raccogliendo i frutti di Sanremo 2011 e per la prossima edizione c’è ancora tempo per riflettere: a chi chiede se sia possibile un ritorno all’Ariston anche per Luca e Paolo, Morandi risponde, pragmaticamente, che “è complicato pensare a un loro bis a Sanremo. Chissà se Mediaset li lascia andare di nuovo. Sono legati da un contratto lunghissimo, altri sei anni“. Insomma, ripetersi è rischioso, anche se immaginiamo che Morandi non abbia certo paura di rimettersi in gioco. Il rischio di deja-vu però è dietro l’angolo: se ne riparlerà.