Sanremo 2011: Marco Menichini, Tra tegole e cielo (testo)

Pubblicato da ChiaraL Giovedì 10 febbraio 2011

Sanremo 2011: Marco Menichini, Tra tegole e cielo (testo)

Per una volta la fortuna ha sorriso a Marco Menichini. Dopo aver tentato di partecipare ad Amici e a X Factor, il giovane cantante di Sezze è riuscito finalmente a partecipare al Festival di Sanremo. Ventuno anni, Marco deve tutto al suo incontro con Maurizio Galli che ha creduto nelle sue possibilità e ha scritto per lui Tra tegole il cielo, il pezzo che canterà al Festival nella categoria esordienti. Dopo il salto, il testo.

Marco Menichini, inizialmente aveva deciso di partecipare al Festival da indipendente, ma dopo è stato preso nella scuderia Universal. Ecco il testo della sua canzone:

TRA TEGOLE E CIELO (M. Galli – S. Senesi – A. Perrozzi)
Prima di abitare nel mondo penso che
Stavo dentro un suono profondo e anche se

Tra tegole e cielo
Non c’era armonia
Bastò un minuto per una magia
Ogni cosa ha un senso e per ognuno sarà
Lo specchio una risposta per chi prende e non dà

Tra tegole e cielo è più o meno com’era
Ma non ho mai chiesto perché
Dove sei dove sei dove sei
Penultima fila in quell’inverno lungo che
Venne la neve
Leggera e assordante
Col dito sul vetro a dipingere un’età
Dove sei dove sei dove sei
Restavi in silenzio dietro scudi a goccia per
Difendere il mondo che volevi e vorrei
Ma il mondo non ti ha mai difeso
Ed ora dove 6
C’è un confine e un muro e ci pensiamo al di là

Attori e passeggeri sopra un treno che va
Per mille stazioni chi scende e chi spera
Tra mille sguardi e ora tu
Dove sei dove sei dove sei
Penultima fila ma l’inverno è andato via
Sarà che oggi piove
Sarà che per me
Cercarti ha sempre un senso
Trovarti anche un momento
Per dirti che non muore niente
Se vuoi farlo vivere
Sarà che oggi piove
E domani chissà
Se accanto avrò un ricordo
E il colore di un’età
Prima di abitare nel mondo penso che
Stavo dentro un suono profondo e anche se…