Sanremo 2011: Gabriella Ferrone, Un Pezzo d’Estate (Testo)

Ancora una giovane promessa che arriva Sanremo dal concorso Area Sanremo che consente agli autori della manifestazione di far emergere i talenti migliori

Pubblicato da alexpara Mercoledì 9 febbraio 2011

Sanremo 2011: Gabriella Ferrone, Un Pezzo d’Estate (Testo)

Gabriella Ferrone è una delle giovani promesse della musica italiana che partecipa al Festival di Sanremo arrivando da Area Sanremo. Il suo brano si intitola Un Pezzo d’Estate e sarà ascoltato nella sezione dedicata ai giovani. Gabriella nasce a Capua nel 1989 e di questa sua partecipazione al Festival si dice molto contenta e confessa di averci già provato lo scorso anno, ma senza successo ed è per questo che quest’anno ha raddoppiato le sue lezioni di canto.

Il canto e la musica entrano nella vita di Gabriella molto presto, grazie a suo padre che l’ha sempre sostenuta. Fin da piccola partecipa alle manifestazioni canore mettendosi in evidenza per il suo talento. Gabriella ha al suo attivo numerose collaborazioni con autori e musicisti italiani e con Sanremo sicuramente potrà avere un’occasione in più per farsi conoscere.
 
Intanto ha già dimostrato, con il suo collega Roberto Amadè, di avere le carte in regola per cantare sul palco dell’Ariston, avendo vinto il concorso di Area Sanremo che ha visto trecento candidati e sol due vincitori, Ferrone e Amadè appunto.
 
Il brano di Sanremo di intitola Un Pezzo d’Estate e come lei stessa spiega, “Il brano racconta la fine di una relazione non necessariamente amorosa. E’ la reazione di una lei che si accorge di aver avuto accanto qualcuno che l’ha molto delusa”. Ed ecco allora il testo della canzone di Gabriella Ferrone.
 
UN PEZZO D’ESTATE (G. Boursier)
So, anche quello che non vedo so
Certe cose al buio non si spiegano…
So, anche quello che non sento so
Gli occhi più lontani, ma ci vedono
So, che non mi hai mai ascoltata neanche un po’
Certe notti passano, ma segnano
So, che ti sembra così strano e so…
E certe cose, poi si sentono…
Sei tu che togli a te,
Un pezzo dell’estate
Un po’ tradisci me,
Un po’, tutte le tue giornate
Sei tu che togli a te,
Il bello dell’estate
Tradisce pure te
Il tuo sorriso stupido
Ora so!
Ma non importa, no!
Non conta neanche un po’…
Fa male solo un po’…
Ora so!
So, il valore che all’amore do
Quello che mi dai non so che farmene
So, dell’amore che mi merito
Quello che dai tu, sono briciole…
Sei tu che togli a te,
Un pezzo dell’estate
Un po’ tradisci me,
Un po’, tutte le tue giornate
Sei tu che togli a te,
Il bello dell’estate
Tradisce pure te
Il tuo sorriso stupido
Ora so…
So, anche quello che non dici no…
Certe verità si riconoscono
So, non mi chiedere come lo so
Chiedilo a te, e poi rivestiti
Sei tu che togli a te,
Un pezzo dell’estate
Un po’ tradisci me,
Un po’, tutte le tue giornate
Sei tu che togli a te,
Il bello dell’estate
Tradisce pure te
Il tuo sorriso stupido
Sei tu che togli a te,
Un pezzo dell’estate
Un po’ tradisci me,
Un po’, tutte le tue giornate
Sei tu che togli a te,
Il bello dell’estate
Tradisce pure te
Il tuo sorriso stupido
Ora so…