go

RomaFictionFest 2008, tutti i vincitori (photogallery)

Tutti i vincitori del RomaFictionFest 2008, con fotogallery

Pubblicato da Giorgia Iovane Sabato 12 luglio 2008

Sono appena stati resi noti i vincitori del RomaFictionFest 2008, che stasera sfileranno sull’Orange Carpet del Festival per raggiungere l’Auditorium della Conciliazione dove, a partire dalle 19, si terrà la cerimonia di premiazione condotta da Fabio Fazio e da Gabriella Pession. Di seguito il palmares che ha visto tronfare per il miglior prodotto in assoluto, il Diamond Award, il film tv 10 Days to War di Bruce Goodison e David Belton della BBC (in alto una foto).

Menzione Speciale per Boris 2, che ha conquistato anche una serie di altri premi, a testimoniare la voglia di ironia e di ‘intelligenza’ anche nella scrittura di prodotti di narrativa audiovisiva destinata al grande pubblico.
 
Procediamo però con ordine, andando per categorie.
 
Categoria Tv Movie:
Premio RomaFictionFest per il miglior prodotto televisivo: 10 Days to War;
Miglior regista: Sandra Goldbacher per Ballet Shoes;
Miglior attore protagonista: Jean-Pierre Daroussin per Le 7eme Juré;
Miglior attrice protagonista: Lucrezia Lante della Rovere per Ovunque tu sia;
 
Categoria Miniserie
Premio RomaFictionFest per il miglior prodotto televisivo: Hong Gil-Dong, The Hero;
Miglior produttore e broadcaster: Korean Broadcasting System;
Miglior regista: Cathy Verney per Hard;
Miglior attore protagonista: Francesco Falchetto per Sonetaula;
Miglior attrice protagonista: Sun Li per Iron Road;
Menzione speciale per la miglior attrice: Natacha Lindinger per Hard;
 
Categoria Serie Tv
Miglior prodotto televisivo: Boris 2;
Miglior regista: Omar Madha per Spooks;
Miglior attore protagonista: Michael C. Hall per Dexter;
Miglior attrice protagonista: Julianna Margulies per Canterbury’s Law;
Menzione speciale per la sceneggiatura: Clara Sheller;
 
Sezione Factual
Premio RomaFictionFest per il miglior documentario: Qadir, Enas afghanos odysseas di Anneta Papathanassiou;
Menzione speciale: M.D.M.A. di Omid Bonakdar, Keivan Alimohammady;
 
Concorso Pitching:
Miglior pitching in assoluto: The Commandments, South African Broadcasting Corporation South Africa-KethiweNgcobo/Vanessa Jansen, executive producers;
Miglior lunga serie pitch: The Clap Trap, Bona Broadcasting Ltd. UK, Turan Ali, Producer;
Miglior Miniserie Pitch: The Commandments;
Miglior Tv Movie Pitch: Song for Carlos, Cypress Park Productions, Canada, Michelle Mason, Producer;
 
Menzioni speciali della giuria:
The second act, Italia, Piernico Solinas e Davide Solinas, registi e sceneggiatori;
Peace in Our Time, Touch Films, UK, Nic Jeune, produttore;
The Swordfish Hunter, Terra s.r.l., Italia, Diego D’Innocenzo (produttore) e Roberta Cortella (sceneggiatrice);
 
Premio Giuria Scuola per New Talent italiano della Lunga Serie Inedita (assegnato dalla giuria popolare TimTribù): Gilda Lapardhaja, attrice della serie L’Ispettore Coliandro 2.
 
 
In sostanza l’Italia porta a casa un magro bottino, se guardiamo al di là del fenomenale risultato di Boris 2, che riceve una menzione speciale e il premio di miglior prodotto tv per le serie lunghe, contro avversari di tutto rispetto (basti vedere la lista delle opere in concorso). Va registrato il premio come miglior attore protagonista a Francesco Falchetto per la miniserie Rai Sonetaula e quello di miglior attrice protagonista a Lucrezia Lante della Rovere per il film tv Ovunque tu sia. Due le menzioni speciali per i registi e gli sceneggiatori di The Second Act e The Swordfish Hunter.
 
Ora però è tempo di passerelle, di premiazioni, di sorrisi e di photo-call. Per un bilancio meditato bisognerà aspettare qualche giorno.