go

Rock Rivals, una fiction che sa di reality

Tra fiction e reality il nuovo programma della ITV, Rock Rivals: il finale è deciso tramite il televoto

Pubblicato da Giorgia Iovane Venerdì 16 novembre 2007

Rock Rivals, una fiction che sa di reality

La britannica ITV sperimenta un nuovo format, Rock Rivals, un ibrido che fonde la narrazione fictional ai meccanismi del talent show. Il finale, infatti, è aperto: saranno i telespettatori, tramite un televoto, a determinare l’epilogo della storia. La messa in onda è prevista tra gennaio e febbraio 2008.

Protagonisti di Rock Rivals sono ovviamente due attori, nello specifico Michelle Collins, già nel cast di EastEnders, e Sean Gallagher, ex protagonista di Coronation Street, le due soap più amate e longeve della Gran Bretagna. A loro il compito di impersonare Karina e Mal Faith, una coppia di coniugi divisi dalla passione per il canto. Le otto puntate della “miniserie” vedranno i due personaggi “lottare” per affermarsi nel mondo dello spettacolo, tanto da mettere in crisi il proprio matrimonio.
Una sfida sullo stile di Amici e come nel reality della De Filippi sarà il pubblico a casa a decidere chi tra i due contendenti si aggiudicherà la vittoria finale, scrivendo di fatto l’ultima puntata della miniserie.

Il programma è realizzato da Shed Media, che annovera nel proprio portfolio Footballers’ Wives, Bad Girls e il recente Waterloo Road. La ITV cerca con questo nuovo format di superare lo scandalo dei televoti falsi che avrebbero portato nelle casse della rete circa 11 milioni di Euro: in pratica, secondo indiscrezioni provenienti da dirigenti della rete, migliaia di telefonate non sarebbero state registrate per definire i risultati di voto, ma sarebbero solo servite ad incassare denaro. ITV annuncia che la tariffa telefonica sarà regolamentata, con un costo massimo a chiamata definito e dichiarato.

Con questo nuovo format ITV cerca di rafforzare il proprio share, risalito grazie alla programmazione di reality di grande ascolto, come I’m a Celebrity, Get Me Out of Here e Dancing on Ice, che hanno dimostrato come l’interazione tra pubblico e programma sia uno dei fattori principali di successo. Vedremo come andrà questo esperimento, aspettandoci di vederlo anche sui nostri schermi.