Ricky Martin: “E’ stato devastante”, assolto dalle accuse di violenza sul nipote

Jonathan Zacconi
  • Appassionato di Ascolti Tv
  • Seguo Forum, Amici, Che Tempo Che fa e gli show di Rai 2
22/07/2022
Ricky Martin: “E’ stato devastante”, assolto dalle accuse di violenza sul nipote

Il cantante è stato assolto da tutte le accuse: le dichiarazioni dopo il verdetto finale

Considerato grazie al suo forte impatto e contributo alla diffusione mondiale della musica latina, “Il Re del Pop Latino”, Ricky Martin, cantante, attore e personaggio televisivo, recentemente ha dovuto fare i conti con delle accuse di violenza in famiglia. Il cantante era stato accusato di stalking e violenza domestica dal nipote, Eric Martin, figlio di suo fratello. Ma davanti ai giudici il ragazzo di 22 anni, che ha anche problemi psichici, ha ritirato la denuncia e le accuse sono così crollate. Dopo che il nipote del cantante ha ritirato la denuncia, il tribunale portoricano non ha potuto far altro che archiviare il caso. Da tutto quello che è successo Martin sui social si è detto devastato e profondamente colpito. Queste le parole riportate da IlGiornale.it

“È stato doloroso. È stato devastante per me, per la mia famiglia, per i miei amici. Non auguro questo a nessuno”.

Queste sono state le prime parole pronunciate dal cantante dopo l’archiviazione del caso che lo ha provato profondamente ed ha intaccato anche la sua persona ed il suo personaggio mediaticamente.

Ricky Martin, ritirate le accuse di stalking e violenza domestica: il cantante non è colpevole

Il cantante è comparso dopo il ritiro delle accuse in un video diffuso da Tmz dopo la sentenza, che lo ha scagionato: nel video racconta che ha bisogno di parlare per poter iniziare il suo processo di guarigione. Per due settimane non gli è stato permesso di difendersi perché stava seguendo una procedura in cui la legge obbligava lui a non parlare finché non fosse davanti ad un giudice. Per due settimane la popstar è quindi finita nel mirino della giustizia, accusato dal nipote di averlo stalkerizzato senza potersi difendere, facendo credere anche a tutto il suo pubblico che tutte le accuse fossero vere. Il nipote del cantante era riuscito a ottenere un ordine restrittivo nei confronti dello zio, accusandolo di avere avuto una relazione con lui per sette mesi, al termine della quale il cantante lo avrebbe seguito e molestato telefonicamente.

Il cantante è stato scagionato da tutte le accuse: il messaggio amorevole, nonostante tutto, che ha inviato a suo nipote

Ricky Martin dunque non è colpevole ed in sua difesa si è espresso anche il fratello, nonchè padre dell’accusatore, spiegando i problemi psichici del figlio. Essendo imparentati, per Martin, qualora fosse stato tutto vero, ci sarebbe stata anche l’accusa di incesto, punita a Portorico con il carcere. Nonostante tutto quello che ha passato, a suo nipote augura comunque il meglio e vorrebbe che trovasse aiuto in modo che possa iniziare una nuova vita piena di amore, verità e gioia e che non faccia del male a nessun altro. Parole non scontate dopo un’accusa simile. Rimanendo sempre all’estero, è di ieri la notizia del ritardo di Donald Trump ai funerali di Ivana Trump (la reazione dei presenti).