Pippo Baudo a Sanremo 2018, lettera aperta al Festival: ‘Adesso devo andare’

Pubblicato da Luana Rosato Mercoledì 7 febbraio 2018

Pippo Baudo a Sanremo 2018, lettera aperta al Festival: ‘Adesso devo andare’

Pippo Baudo è tornato a Sanremo 2018 come ospite di Claudio Baglioni per festeggiare i 50 anni dalla sua prima volta al Festival con una lettera aperta alla kermesse. Conduttore icona del programma simbolo della cultura italiana con ben 13 presenze in riviera ligure, il ‘Pennellone’ si è congedato (definitivamente?) dalla manifestazione con la presentazione del gruppo in gara secondo la scaletta.

Con una missiva piena di nostalgia al Festival di Sanremo, dunque, Pippo Baudo ha intrattenuto la platea del Teatro Ariston dedicando un lungo pensiero alla kermesse musicale cui deve tanto della sua carriera. Ricordando le sue prime esperienze da fanciullo davanti al televisore e a quel cantante che interpretava ‘nel blu dipinto di blu’, fino alla conquista del palcoscenico del Casinò – dove si svolgeva la manifestazione anni addietro – e alla scoperta di tantissimi talenti oggi riconosciuti come stelle mondiali della musica.

Pippo Baudo, tutti i successi dei suoi Festival

Pippo Baudo si è preso, così, ancora una volta il palco del Teatro Ariston per fare un excursus delle sue esperienze più belle al Festival.

Dai ricordi dei tremori alle gambe per la presentazione del primo Sanremo nel 1968 sono passati ben 50 anni ma, per Pippo, ‘l’età è solo un’invenzione, un modo di dire’ a cui lui preferisce non fare caso.

Il Festival, in fondo, gli è sempre stato amico fin da subito e, proprio per il suo debutto, gli regalò l’incontro con il grande Louis Armstrong che, come ha ricordato, dovette cacciare perché, inconsapevole di doversi limitare ad una sola esibizione, sperava di poter continuare come in un vero e proprio concerto.

‘Mi ha odiato sicuramente’ – ha ironizzato Baudo, ricordando che la sua prima conduzione del Festival venne vinta da Roberto Carlos che interpretava ‘Canzone per te’, brano scritto dall’indimenticabile Sergio Endrigo.

Detentore del record dei record in fatto di ascolti per Sanremo – ben il 74 per cento di share – Pippo Baudo ha continuato ad elencare tutti i suoi successi, sottolineando i talenti scoperti proprio grazie a lui.

Laura Pausini, Giorgia, Eros Ramazzotti – conosciuti nel corso dei suoi Festival – ma anche Claudio Baglioni, che ebbe modo di incontrare in occasione di un concorso ad Ostia dove si classificò solo secondo.

E poi, ancora, le risate condivise con Fiorello, Roberto Benigni e il trio composto da Solenghi, Marchesini e Lopez sul palco dell’Ariston, così come le star mondiali incontrate in questa occasione.

Pippo Baudo saluta il Festival di Sanremo

Il Festival – e tutti coloro che vi hanno collaborato – hanno contribuito a rendere Pippo Baudo l’icona di Sanremo e, anche a loro, il conduttore ha riservato un nostalgico pensiero.

Affezionato com’è alla kermesse, però, non è riuscito ad abbandonare facilmente il palco del Teatro Ariston e si è lanciato nella presentazione del prossimo gruppo in gara, Elio e le storie tese.

‘Sono nati con me!’ – ha esclamato Baudo, prima di lasciare il posto a Michelle Hunziker (anche lei sua scoperta) – ‘E immagino ci sia anche Beppe Vessicchio!’.

Così, ‘super Pippo’ si è congedato dal pubblico di Sanremo 2018 con l’accenno ad una promessa: ‘Ci vediamo l’anno prossimo!’.