Morgan senza freni: “Direttore artistico di Sanremo? Lo farei bene!”

Gianluca Di Fuccia
  • Esperto di Gossip e Attualità
30/09/2022
Morgan senza freni: “Direttore artistico di Sanremo? Lo farei bene!”

Sanremo, arriva la confessione inattesa da parte di Morgan: diverso da Amadeus

Piovono fortissime le parole del celebre cantautore che in un’intervista per La Zanzara si è spinto oltre ogni limite con alcune dichiarazioni scottanti ma al tempo stesso non proprio inattese visto il personaggio. Morgan si è precipitato senza freni su diverse tematiche, spaziando dalla televisione alla politica, e in sostanza da Sanremo al nuovo governo di Giorgia Meloni. Senza girarci troppo intorno, il cantante ha confessato: “Se farei il direttore artistico del Festival? Sicuramente, lo farei col piede sinistro, anche perché sono mancino, quindi lo farei bene” e sostenendo in seguito che lo farebbe in maniera del tutto diversa da quella di Amadeus. Volendo evitare critiche generali, Morgan si è espresso in via del tutto significativa solo con un giudizio sulla propria persona in merito alla sua competenza di valutazione delle canzoni, sicuramente differente da quella di Amadeus.

Morgan: il sogno di un’organizzazione differente per il Festival sulla base delle sue idee artistiche

Nel corso dell’intervista Morgan si è espresso decisamente sull’organizzazione stessa di Sanremo, confessando: “Mi piacerebbe fosse un racconto per chi non conosce bene la musica. Bisogna avere un linguaggio che permetta di capire anche a chi non sa.” Ad ogni modo, nonostante le critiche sappiamo bene che il Festival in termini Auditel cosi com’è stato presentato, ha registrato negli ultimi anni un enorme successo e a tal proposito il cantautore ha voluto ironizzare sostenendo che invece lui viene preso nei programmi che non funzionano per per avere piu’ audience: “Il video con Bugo fu il più guardato di tutto l’anno su Youtube”.

Dallo spettacolo alla politica: il grande cantautore si scatena contro le critiche sul nuovo governo Meloni

Spostandosi poi dal panorama musicale a quello politico, il celebre cantautore non ha desistito nell’esprimere un giudizio accattivante sulle tematiche attuali e in particolare sul trionfo elettorale di Giorgia Meloni, affermando:Non sono di destra, sono libertario. Non ho aderenze con i discorsi partitici. Il voto è segreto, non dico per chi ho votato, ma in vita mia ho sempre votato verso la sinistra. Cosa mi piace della Meloni? Il fatto che è più vicina al proletariato lei che quelli di sinistra.” Successivamente, Morgan si è soffermato sulle polemiche scoppiate in questi giorno tra gli artisti che si sono opposti a priori nei confronti della Meloni a causa della paura immotivata di un possibile ritorno degli ideali fascisti: “Lo spauracchio del fascismo non esiste, non c’è dittatura, non c’è un governo messo lì con un colpo di Stato.”