Michael C.Hall parla di Dexter

Pubblicato da Fulvia Leopardi Lunedì 12 novembre 2007

Michael C.Hall parla di Dexter

Sin dal suo debutto sulla Showtime, Dexter, serie basata sui romanzi di Jeff Lindsay, ha registrato un enorme successo di pubblico e critica, con i telespettatori che sono diventati Dexter-addicted.
Fin dalle prime puntate il personaggio principale, Dexter Morgan, ci è stato mostrato come un “gioviale” agente della scientifica specializzato in macchie di sangue (durante il giorno), e come spietato serial killer di criminali sfuggiti alla giustizia durante la notte. Nel corso della serie ci è stato rivelato di più sulla sua vita passata, e su quanto meticolosamente Dexter nasconda questa seconda natura di assassino, per arrivare alla season finale della prima stagione quando le prove della sua “seconda attività” sono venute alla luce, “umanizzando” Dexter e facendoci vedere le sue “paure” e la sua “scoperta di sé”. “Il suo mondo è stato un po’ scosso, spiega in un’intervista a MediaBlvd Magazine il protagonista della serie, Michael C. Hall, e Dexter sta ancora cercando di riprendersi da quanto successo la scorsa stagione…ogni passo avanti che è stato in grado di fare, è stato subito vanificato da qualcosa. Molto del suo viaggio, nel corso della seconda stagione, sarà condizionato dalla crescente consapevolezza che la sua compulsione è ancora lì, e dovrà imparare a conciliare tutte queste cose”. A dispetto del lato oscuro di Dexter, i fan si sono affezionati al suo personaggio, cosa che fa molto piacere all’attore trentaduenne che i telespettatori già conoscevano per il suo personaggio di becchino nella serie della HBO Six Feet Under: “Le persone sono entusiaste dello show e del personaggio, e vogliono essere sicure che lo show tornerà, il che è veramente incoraggiante”, ha detto Hall, che, proprio come i fan, ha ammesso di avere alte aspettative sul suo personaggio: “Parte del mio lavoro consiste nell'”affezionarmi” al personaggio, ha spiegato l’attore, e più conosco Dexter, più mi ci affeziono e ne ho rispetto. Abbiamo tutti un lato oscuro, e Dexter cerca di ‘responsabilizzare’ questo suo lato: per questo, ha concluso Michael C.Hall, io ammiro Dexter”.