Maria Grazia Cucinotta, la confessione clamorosa: “Non sarei dovuta vivere”

Gianluca Di Fuccia
  • Esperto di Gossip e Attualità
07/11/2022
Maria Grazia Cucinotta, la confessione clamorosa: “Non sarei dovuta vivere”

Maria Grazia Cucinotta, complicazioni per la madre durante il parto: “La sua vita e quella di sua figlia sono a rischio”

La conduttrice de L’ingrediente segreto, celebre programma televisivo culinario in onda su La7, in un’intervista per il settimanale Dipiu’, ha svelato un retroscena incredibile sul suo passato, un episodio inconsueto che nessuno si sarebbe mai aspettato, un dramma che l’ha segnata a tal punto da formare un vero e proprio legame con un santo. Maria Grazia Cucinotta, ha confessato apertamente di aver rischiato di moriredi non venire al mondo a causa di tantissime complicazioni durante il parto. I medici stessi erano perplessi sul riuscire a portare a termine la gravidanza con successo e dissero a sua madre che lei sarebbe dovuta nascere podalica, ovvero con un’estrazione dalla parte dei piedi e non dalla testa. Una tipologia di parto che oggi è considerata davvero rischiosa. La Cucinotta, ha affermato che proprio in quel momento sua madre, a causa di ciò che stava accadendo, decise di fare un voto a sant’Antonio, a cui è sempre stata devota, col fine di scongiurare ogni pericolo. In seguito, andò tutto bene e il parto venne portato a termine con successo e da allora nella sua famiglia vengono tramandate queste parole: “La nascita di Maria Grazia è un miracolo.”

L’attrice ricorda il voto fatto in precedenza dalla mamma per rendere grazie a sant’Antonio

Da quel momento, la stessa Maria Grazia Cucinotta ha dichiarato di essere molto legata a sant’Antonio e per ringraziarlo, qualche anno fa ha accompagnato anche sua madre a Padova. Le due sono andate proprio nella basilica dedicata al santo in questione e l’hanno pregato, ricordando il voto fatto in precedenza e la grazia ricevuta per la sua nascita. Parlando della madre, l’attrice ha affermato: “Mamma è un esempio di coraggio, anche per come ci ha cresciuto insieme con papà.” La Cucinotta si è poi soffermata sulle umili origini della sua famiglia, raccontando di aver vissuto in un piccolo appartamento di periferia a Messina, con il papà che faceva il postino ma nonostante avesse 6 bocche da sfamare, non le ha mai fatto mancare nulla, nè a lei, nè ai suoi fratelli.

Maria Grazia Cucinotta, la scalata al successo da un piccolo appartamento di periferia

Proseguendo nel corso dell’intervista, l’attrice ha dichiarato che sull’esempio dei valori che le hanno tramandato i suoi genitori, è partita per aprirsi la sua strada nel mondo dello spettacolo che è arrivata grazie a Renzo Arbore, il quale l’ha chiamata a fa parte della sua trasmissione televisiva intitolata “Indietro tutta!”. Ma il trionfo vero e proprio, Maria Grazia Cucinotta l’ha raggiunto proprio con Il postino, film dal successo internazionale con Massimo Troisi. Tuttavia tra un periodo e l’altro è avvenuto per lei un evento importantissimo, ovvero l’incontro con suo marito Giulio Violati.

L’incontro fatale, racconta la Cucinotta, è avvenuto nel 1993, a una festa a casa di amici comuni. Una sera in cui Giulio l’ha corteggiata con insistenza e qualcosa è scattato dentro di lei al punto da farla cedere. Proprio recentemente, l’attrice ha confessato di aver festeggiato 27 anni di matrimonio ma non è sempre filato tutto liscio. Anche loro hanno avuto alti e bassi, ma nonostante tutto, la mattina si svegliano ancora insieme, vivendo le stesse emozioni di due fidanzatini.