Mahmood e Blanco al limite: “Siamo a pezzi”, cosa faranno dopo l’ESC

Simonetta Viola
  • Uomini e Donne, Isola dei famosi
  • Autrice esperta di fiction e serie tv
14/05/2022
Mahmood e Blanco al limite: “Siamo a pezzi”, cosa faranno dopo l’ESC

I due protagonisti della kermesse canora si raccontano ai microfoni del famoso magazine

L’Eurovision Song Contest stasera, sabato 14 Maggio, andrà in onda con una finalissima molto attesa. Ci saranno anche i rappresentati italiani che hanno vinto l’ultima edizione del Festival di Sanremo, Mahmood e Blanco. I due ragazzi porteranno in scena la canzone “Brividi” anche se per ragioni organizzative dovranno ridurla di 19 secondi e rientrare nei 3 minuti richiesti dall’organizzazione della kermesse. Nelle due semifinali che sono andate in onda il 10 ed il 12 Maggio gli ascolti hanno ribadito il piacere del pubblico italiano nei confronti dello spettacolo che quest’anno è ospitato a Torino. I due cantanti sono stati intercettati dai microfoni di Monica Agostini per Tv, Sorrisi e Canzoni e hanno avuto modo di raccontarsi e parlare di questo importante evento. Hanno poi ribadito il loro stato d’animo alla vigilia della kermesse: “Dal nostro tono di voce puoi sentire che siamo a pezzi perché abbiamo un sacco di cose da fare.”

Mahmood parla dei suoi piani futuri dopo l’ESC: “Spero di reggere”

I due cantanti, dopo la vittoria al Festival di Sanremo, hanno iniziato un vero e proprio tour de force e hanno avuto modo di organizzare vari eventi e spettacoli anche in giro per il mondo. Tuttavia, li aspetta un’estate particolarmente intensa tanto che la famose kermesse europea è solo l’inizio di un lungo percorso canoro. Intercettato dai microfoni di Tv, Sorrisi e Canzoni, Alessandro ha spiegato cosa lo aspetta nei prossimi mesi. Le sue dichiarazioni: “Io riprendo subito il tour, sarò a Venaria (TO) il 16 Maggio, poi Milano, Roma e altre città in Italia. Spero di reggere! A Giugno dormo praticamente tutto il mese e a Luglio ricomincio con le ultime 12 date del ‘Ghettolimpo summer tour’, tra città e festival.” Il cantante ha poi svelato che la canzone avrà un intro a cappella.

Il cantante lo svela: “Ho avuto un momento d’ansia”

Infine, Mahmood ha avuto modo di raccontare anche la sua esperienza al “Bataclan” di Parigi dove ha recentemente presentato una sua performance. Intercettato dai microfoni di Tv, Sorrisi e Canzoni ha infatti ammesso: “Appena sono entrato al ‘Bataclan’ ho subito sentito un’energia particolare, sì. Dopo le prove ho avuto un momento d’ansia: nel muro ci sono ancora i buchi dei proiettili. Ma senza dubbio è un luogo che vuole dire qualcosa, come se volesse suggerirti che si va avanti, sempre. La musica serve più a unire che a dividere.” Nel frattempo, i due hanno rilasciato ulteriori dichiarazioni sulla loro esibizione.