L’Ora, Claudio Santamaria senza peli sulla lingua: “Per il ruolo ho dovuto…”

Vincenzo Pennisi
    Autore e giornalista esperto di sport, Festival di Sanremo e Grande Fratello Vip
12/06/2022
L’Ora, Claudio Santamaria senza peli sulla lingua: “Per il ruolo ho dovuto…”

L’attore rivela il lavoro dietro L’Ora-Inchiostro contro piombo

Su Canale Cinque è approdata una nuova fiction con protagonista Claudio Santamaria. Uno dei tanti progetti di successo al quale il celebre attore ha preso parte in carriera, ma questa volta la responsabilità di raccontare e informare il pubblico da casa è stata più forte di sempre. Nel corso di una intervista a Il Corriere della sera l’attore e marito della giornalista Francesca Barra ha raccontato il lavoro dietro al ruolo interpretato nella fiction, quello del direttore del giornale L’Ora, uno dei primi a combattere la mafia. E per calarsi nei panni di questo personaggio il lavoro è stato di quelli speciali per Santamaria: “Mia moglie mi ha aiutato molto così come il regista Piero Messina, ho dovuto lavorare per costruire la persona di questo direttore, un po’ rude: non ha tempo da perdere essendo preso dalla sua missione”.

Claudio Santamaria e il retroscena sulla carriera: “Mi dicevano che non avevo la faccia giusta”

Proseguendo poi l’intervista Claudio Santamaria ha posato lo sguardo sul passato, tornando agli inizi di carriera e alle tante produzioni di successo alle quali ha preso parte. Eppure quella che oggi è una carriera scintillante con un curriculum di tutto rispetto poteva non sbocciare, come affermato dall’artista e marito di Francesca Barra parlando a Il Corriere della sera. Da giovane infatti, quando l’attore romano si è avvicinato al mondo dello spettacolo, gli addetti ai lavori non avevano individuato in lui un volto artistico: “Mi dicevano che non avevo la faccia giusta per fare l’attore, sono stato coraggioso a non fermarmi a quel giudizio e andare avanti”. 

L’Ora, il protagonista ammette: “Mi coinvolge non solo come attore ma anche come cittadino”

Recitare nella nuova fiction L’Ora-Inchiostro contro piombo è stata una missione importantissima per Claudio Santamaria. L’attore ha ammesso che vestire i panni di questo astuto direttore del giornale è stato un compito di elevata responsabilità e che gli ha spalancato gli occhi in maniera importante: “Questa serie mi coinvolge non solo come attore ma allo stesso tempo come cittadino – le parole del marito di Francesca Barra – , è come se avessi trovato finalmente un po’ di ristoro dal senso di solitudine provato a 18 anni” . L’artista ha infatti ricordato la strage di Capaci, accaduta appunto quando Santamaria era giovanissimo e appena maggiorenne. Recitare in L’Ora è in qualche modo una rivincita, anche se niente potrà mai portare via i fatti accaduti, ma neanche una grande lotta iniziata anche dagli organi di stampa e che è importante conoscere, da qui l’appello ai giovani a seguire la serie da parte del protagonista.