La storia, riassunto terza puntata del 22 gennaio: le tragedie del fine guerra

Simonetta Viola
  • Esperta della soap Il paradiso delle signore
  • Autrice esperta di Uomini e Donne e Grande Fratello
23/01/2024
La storia, riassunto terza puntata del 22 gennaio: le tragedie del fine guerra

Riassunto terza puntata de La storia in onda il 22 gennaio: la lenta risalita di Ida

La puntata di ieri sera, lunedì 22 gennaio, de La storia è stata molto emozionante per il pubblico della Rai. Infatti, testimone della fine della guerra ha portato in scena il vero dolore dei personaggi. La lenta risalita di Ida è stata molto dolorosa e la parola chiave inizialmente è stata proprio fame. Il primo episodio della terza puntata, infatti, è stato incentrato sul ritorno a Roma dell’insegnante di scuola elementare, il ritorno al lavoro e ad una vita che cominciava a prendere la forma di normalità. La donna ha preso in affitto una stanza grazie ai soldi che Eppetondo aveva lasciato a Useppe e da lì ha ricominciato a lavorare e a cercare di dar da mangiare al figlio. Purtroppo sono stati tempi duri e difficili fino a quando gli immensi sacrifici che ha dovuto fare l’hanno portata ad una lenta risalita verso la normalità.

La storia, il ritorno di Carlo Vivaldi e non solo: cos’è successo ai partigiani?

La terza puntata de La storia è stata testimone anche del ritorno di Carlo Vivaldi che stavolta si è presentato con il suo nome vero ossia Davide Segre. Il ragazzo mostra tutti i sintomi dei traumi che la guerra gli ha lasciato. Ha trovato in Santina non solo una donna con cui condividere il letto, ma un’amica a cui confidare tutti i suoi sentimenti, tutto ciò che ha dovuto tenere dentro di sé. Infatti, è con lei che ha stretto un rapporto che va al di la del lavoro della donna. A fare ritorno da Napoli è stato anche Nino che ha portato con sé anche una manciata di soldi che hanno molto aiutato la madre ed il fratello. Tuttavia, Nino ha continuato a fare avanti e indietro tra Roma e Napoli e non è tornato in pianta stabile nella capitale italiana con la sua famiglia.

La nuova vita di Useppe e Ida: tra fattucchiere e realtà arrivano altri problemi

Come anticipato, la vita di Ida Ramundo non è stata semplice ed in questi due episodi ha mostrato per l’ennesima volta le difficoltà dell’insegnante. Come un fulmine a ciel sereno, infatti, Filomena ha chiesto indietro la stanza del figlio e ha lasciato l’insegnante senza un tetto sulla testa. La proprietaria di casa per non arrendersi all’idea che il figlio fosse morto ha preferito, infatti, buttar fuori di casa l’insegnante. Quest’ultima, però, non demorde e ha provato a cercare altre entrate.

Inoltre, gli strascichi della guerra si sono fatti sempre più evidenti in tutti i protagonisti che mostrano i risultati di quanto subito. Soprattutto negli uomini che sono sopravvissuti alla deportazione nei campi di concentramento. Le scene che Useppe vive e vede come risultato della guerra hanno peggiorato il suo stato di salute e gli episodi che vive si fanno sempre più intensi e fanno prevedere una notizia tremenda.