La storia, la fiction tratta dal libro che scotta: tutto ciò che (forse) non immagini

Simonetta Viola
  • Esperta della soap Il paradiso delle signore
  • Autrice esperta di Uomini e Donne e Grande Fratello
14/01/2024
La storia, la fiction tratta dal libro che scotta: tutto ciò che (forse) non immagini

La storia di Elsa Morante, il libro che divise: tutto ciò che dovresti sapere e che forse non sai

La storia è la nuova miniserie in quattro puntate della Rai. In onda infatti tutti i lunedì a partire dalle 21:30 su Rai1 non smette di affascinare i suoi telespettatori. I primi due episodi andati in onda lunedì 8 gennaio hanno catturato totalmente il pubblico della televisione pubblica e promettono un grande favore anche per il futuro. La fiction è tratta dal celeberrimo romanzo di Elsa Morante, uno dei suoi capolavori indiscussi. Ambientato nella Roma della Seconda Guerra Mondiale porta in scena il tragico ed emblematico racconto di Ida Ramundo e della vita difficile che ha dovuto affrontare. Vittima di stupro ed insegnante delle scuole elementari vede ribaltarsi la sorte proprio con l’arrivo della grande guerra. Ciò che il lettore però non sa è che proprio il romanzo della celebre autrice ha diviso particolarmente la critica. In un primo momento è stato accolto in maniera discordante, a tratti dicotomica. Uno dei pregi maggiori dell’autrice, infatti, è sempre stato quello di dividerla e di dare loro in pasto qualcosa di reale di cui parlare.

L’opera della Morante, i primi e la vita dell’autrice: le curiosità

Come anticipato, il libro La storia fin dalla sua pubblicazione ha diviso per la sua crudezza e la sua onestà la critica. Osannato da alcuni e criticato da altri, tuttavia, ha sempre lasciato il segno, proprio come la miniserie per la regia di Francesca Archibugi. Il romanzo uscì nel 1974 nella collana Gli Struzzi della casa editrice Einaudi e per volontà dell’autrice venne pubblicato direttamente in formato tascabile. La scelta dell’autrice non fu affatto casuale: infatti, la volontà era quella di fare arrivare l’opera a tutti, anche a chi non poteva permettersi di comprare un’edizione differente. Ovviamente nei decenni il romanzo arrivò ad acquisire una fama internazionale. Elsa Morante pubblicò solo quattro romanzi: il primo Menzogna e Sortilegio (1948), vincitore del  Premio ViareggioL’isola di Arturo (1957), vincitore del Premio Strega e Aracoeli (1982) e ovviamente La Storia. Vinse numerosi premi e contribuì con la sua prosa ad esplorare la complessità dell’animo umano.

Elsa Morante: la sua vita, come morì e gli ultimi anni

Infine, la vita stessa della scrittrice Elsa Morante è stata particolarmente travagliata. In prima persona ha vissuto la guerra e gli ultimi anni della sua vita non furono affatto facili. Infatti, l’autrice morì a Roma nel 1985 a causa di un infarto, mentre era ricoverata in ospedale a causa di un intervento. La sua salute era già abbastanza debilitata da circa cinque anni. Scopriamo insieme perché.

Nel 1980 la donna subì la frattura del femore e questo la portò a vivere una vita particolarmente difficile. La condizione in cui si trovava la corrodeva così tanto da portarla nel 1983 ad un gesto inconsulto. Tentò il suicidio inalando del gas in quanto per lei era diventato davvero insostenibile riuscire a vivere nella situazione in cui si era ritrovata. Una vita particolarmente travagliata che ha dato però vita a quello che è ad oggi un vero e proprio capolavoro: La storia.