La Rosa dell’Istria commuove, ma il pubblico lamenta: “Andava fatto meglio”

Vincenzo Pennisi
    Autore e giornalista esperto di sport, Festival di Sanremo e Grande Fratello Vip, fiction italiane
06/02/2024
La Rosa dell’Istria commuove, ma il pubblico lamenta: “Andava fatto meglio”

Emozioni su Rai1 con La Rosa dell’Istria: ma il pubblico lamenta l’orario di partenza

Ieri sera lunedì 5 febbraio è andato in onda su Rai1 il film La Rosa dell’Istria. Un emozionante e commovente viaggio sulla fuga dall’Istria, che ha raccolto davanti al piccolo schermo milioni di italiani in cerca di ricordi e verità su una delle realtà più amare e toccanti del Dopoguerra. La pellicola però, oltre ad aver strappato brividi ed emozioni al pubblico collegato su Rai1, ha anche scatenato alcune polemiche non passate inosservate sui social. Una di queste riguarda l’orario di partenza del film con Gracjela Kicaj e Andrea Pennacchi: “Non si può vedere un film iniziare alle 22, tutta colpa di Amadeus e dei suoi pacchi”, “Torniamo al passato con carosello e film alle 21 per piacere”. Insomma, l’inizio ritardato della pellicola per via del Green Carpet di Sanremo e dell’avvio posticipato di Affari Tuoi ha creato una spaccatura tra i telespettatori.

La Rosa dell’Istria: “Emozioni, ma si poteva fare una fiction”

La Rosa dell’Istria, film per la televisione del 2024 diretto da Tiziana Aristarco e liberamente ispirato al romanzo Chi ha paura dell’uomo nero? di Graziella Fiorentin ha attirato l’attenzione di 2.896.000 telespettatori pari al 17.8di share. Numeri che non sono bastati su Rai1 per tenere testa al Grande Fratello di Alfonso Signorini che si è aggiudicato la serata, con 2.410.000 spettatori con 19.58% di share. Il film di Rai1 ha emozionato e colpito il pubblico, ma in diversi hanno lamentato e notato una certa fretta nello sviluppo della pellicola: “E’ andato troppo veloce, forse sarebbe stato meglio svilupparlo in due puntate o in una fiction”, “Film molto bello, ma troppo sbrigativo”.

Il film ha perso un’occasione?

La Rosa dell’Istria ha emozionato e commosso con la storia della famiglia Braico che è costretta a lasciare tutto quello che hanno in Istria per costruire una nuova vita. Nonostante l’importanza dei temi trattati, alcuni telespettatori avrebbero notato una certa monotonia nella recitazione e hanno lamentato la mancanza di coinvolgimento emotivo. La sensazione generale è che La Rosa dell’Istria abbia perso l’occasione di approfondire alcuni temi trattati e di trasmettere pienamente l’urgenza e la drammaticità dell’accaduto.

Nonostante le critiche, però, molti riconoscono il valore e la forza della storia raccontata, che meritava uno scenario come quello di Rai1. Una pellicola forte ed emozionante, che probabilmente è capitato sul piccolo schermo anche in un periodo sfortunato, in cui l’attenzione è catalizzata quasi totalmente sul Festival di Sanremo, come dimostra anche la partenza in ritardo del film.