Kaligola, intervista dopo il Festival di Sanremo: ‘Torno a scuola, ma continuo a fare musica’

Pubblicato da Alice Penzavalli Giovedì 12 febbraio 2015

‘Oltre il giardino’ è il titolo della canzone che Kaligola ha portato al Festival di Sanremo 2015 ed è anche il titolo dell’album, in uscita oggi giovedì 12 febbraio. Nel video di apertura l’intervista che abbiamo realizzato questo pomeriggio, poche ore dopo l’esibizione – e eliminazione – di Kaligola all’Ariston. Gabriele Rosciglione – Kaligola è l’artista più giovane della sessantacinquesima edizione del Festival, come lui stesso ci ha confidato nell’intervista di pochi giorni fa, e anche la mascotte del gruppo dei Giovani. Dopo il salto le dichiarazioni del cantante.

Com’è andata l’esperienza sul palco?

E’ stata una bella emozione, non avevo mai cantato davanti a tanta gente.

Ti sei scontrato con i Kutso.

Sì, anche se è andata così, siamo sempre amici. Anche prima dell’esibizione eravamo insieme dietro le quinte a scherzare. Siamo tranquilli.

Confermi che si è creata una bella atmosfera?

Sì, sto bene, soprattutto con i Kutso, Serena (brancale, ndr) e Amara.

Hai avuto l’onore di essere diretto da un Maestro d’orchestra speciale: tuo nonno.

Ho scelto mio nonno come direttore d’orchestra perché ha cinquant’anni di esperienza in questo campo e gli ho detto ‘Vieni tu a dirigere l’orchestra’. E’ rimasto contento perché era la prima volta che lo faceva.

Chi speri che vinca tra la Nuove Proposte rimaste in gara?

Non voglio portare sfortuna a nessuno, credo che abbiano tutti molte potenzialità. Ci son dei pezzi che mi piacciono di più, come quello di Serena Brancale.

Sei uno studente: finito Sanremo, cosa farai?

Studierò. Tornerò a scuola e riprenderò la routine quotidiana, ma continuerò a fare musica.