go

Il televoto è democratico, censurato per un anno l’X Factor cinese

Il televoto è democratico, censurato per un anno l'X Factor cinese

Pubblicato da Fulvia Leopardi Martedì 20 settembre 2011

Cancellereste un programma da 400 milioni di telespettatori? E’ successo al reality cinese “Ragazze Felici“, in inglese Super Girl, programma simile ad X Factor/American Idol che è stato sospeso per un anno dalla Sarft, l’Amministrazione statale per la radio, i film e la tv; al suo posto, previste trasmissioni di cucina e programmi educativi, “trasmissioni che promuovono la morale e il bene del pubblico, e danno informazioni pratiche per il lavoro domestico”. Ufficialmente la sospensione è dovuta allo sforamento di un’ora nel palinsesto, in realtà l’autorità cinese si sarebbe spaventata dalla democraticità del televoto.

A noi al massimo X Factor ci fa sbellicare dalle risate per alcuni cantanti cani che vi si sono esibiti, in Cina invece a spaventare è il televoto, un sistema ritenuto “sovversivo” per alcuni, troppo “democratico” per altri: detto che “Ragazze Felici” va in onda da cinque anni e nessuno si era mai lamentato,probabilmente, vista la primavera araba, il regime cinese ha ben pensato di non star troppo a sottolizzare.
 
Non è comunque escluso che, al di là del televoto, a far arrabbiare i vertici governativi siano state le scene non adatte alla morale, “alcuni ospiti avessero fatti commenti inappropriati e indossato abiti sconvenienti – ha spiegato al quotidiano Jin Yong, ricercatore della China Communication University – lo stile potrebbe aver offeso qualche spettatore più anziano“. Di certo non sarà lo stop di un anno a fermare il progresso: “Queste regole potranno anche avere un effetto sul breve termine, ma le trasmissioni non si fermeranno: sempre più gente cerca scampo a certi temi seri della tv“.
 
Non è la prima volta – ricordano i siti italiani che hanno lanciato la notizia stamattina – che le autorità censurano programmi televisivi considerati di cattivo esempio: è successo a Super Boy, reality di canto maschile dove si vedevano ragazzine isteriche e urlanti per i vari concorrenti, ad una trasmissione simile al nostro Uomini e donne, sospesa perché una partecipante ha detto di volere un fidanzato ricco, e a un finto reality finito nel mirino dopo che un uomo ha minacciato il proprio padre.