Il figlio della luna premiato a Montecarlo e a Shangai

Pubblicato da Fulvia Leopardi Sabato 16 giugno 2007

Il figlio della luna premiato a Montecarlo e a Shangai

Se il cinema italiano (Tarantino dixit) lascia a desiderare, le fiction (sempre italiane) mietono successi.La fiction “Il figlio della luna” ha infatti ricevuto il “Premio Speciale Amade” nel corso della cerimonia finale del quarantasettesimo Festival Internazionale della Televisione di Montecarlo. A ritirare il riconoscimento Lunetta Savino e Paolo Briguglia. E sempre “Il figlio della luna” ha ricevuto nel corso del tredicesimo Festival internazionale di Shanghai il premio per la miglior regia televisiva a Gianfranco Albano.
Il figlio della luna” – andato in onda su RaiUno a febbraio, scritto (con la collaborazione di Lucia Frisone) da Paola Pascolini e Mauro Caporiccio – racconta la storia di Lucia Frisone (interpretata dalla Savino), madre che ha lottato affinché il figlio Fulvio – interpretato da Paolo Briguglia e Alessandro Morace, tetraplegico dalla nascita, crescesse e studiasse come i suoi coetanei, fino a diventare fisico nucleare: dal 1995 Fulvio Frisone lavora infatti all’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare dell’Università di Catania e per studiare e disegnare adopera una sorta di casco dal quale pende un sottile braccio meccanico.
Sempre a Shangai, inoltre, la Rai ha vinto il secondo premio (Magnolia d’argento) con “Giovanni Falcone”, in corsa nella categoria “film televisivi”.