Il Collegio 7, Damiano Severoni si auto espelle: “Non sopporto le regole”

Gianluca Di Fuccia
  • Esperto di Gossip e Attualità
16/11/2022
Il Collegio 7, Damiano Severoni si auto espelle: “Non sopporto le regole”

Il collegio, Damiano Severoni va su tutte le furie e prende una decisione irrevocabile

Colpo di scena improvviso, durante la puntata del 15 novembre 2022, della settima edizione de Il collegio. Spunta in una maniera non del tutto insolita, il secondo ritiro di uno degli studenti dal programma. Un episodio che piu’ che un ritiro, come riportato da TvBlog rappresenta in realtà una vera e propria auto espulsione. Si tratta questa volta, di Damiano Severoni, il quale ha deciso di abbandonare definitivamente la sua esperienza collegiale. Dopo essere rimasto a tu per tu con Paolo Bosisio, preside della scuola, il giovane è stato messo alle strette dalle parole di quest’ultimo: “Queste sono le nostre regole, le domando: le piacciono o non le piacciono?” A questa domanda, Severoni ha risposto in maniera molto chiara e decisa: “No. Non mi sono mai andate bene le regole. Ci ho provato, più vado avanti e più mi rendo conto che non sono fatto per stare a certe regole.“

Lo studente si ritira inaspettatamente dal programma: la goccia che ha fatto traboccare il vaso

Damiano Severoni ha dunque annunciato in questo modo la sua auto espulsione, confessando che quanto accaduto durante la lezione del professor Zilli, è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso, e proprio ciò che è accaduto ha reso il ragazzo consapevole della sua decisione rispetto al senso di inadeguatezza provato: “Ho fatto semplicemente quello che mi sentivo” ha affermato il ragazzo. Abbandonare la scuola è stata l’unica risposta accettabile per Damiano, dopo l’aut aut del preside sul seguire le regole rigidamente o sul lasciare il collegio.

Il collegio, Damiano Severoni contro il professor Zilli: schiamazzi e risate

Ma cosa è successo durante la lezione del professor Zilli? I continui schiamazzi e le risate da parte dei collegiali durante lo svolgimento dell’attività didattica hanno suscitato l’ira di quest’ultimo, che innervosito dall’atteggiamento degli studenti, e in maniera particolare con Damiano Severoni, ha cominciato ad urlare. Severoni ha risposto poi alle urla del professor Zilli, manifestando la volontà, poi eseguita, di voler lasciare l’aula, nonostante i continui richiami per farlo restare in classe. Il giovane, pur essendo consapevole che lasciare la lezione, comporta inevitabilmente l’incombenza garantita di una punizione, ha comunque preso la decisone corrente.

Tuttavia, Severoni non si è ritrovato da solo in tutto questo. Ad accompagnarlo in presidenza, anche la studentessa Elisa Angius, convocata per aver risposto male allo stesso professor Zilli. Quest’ultima però è riuscita a cavarsela con un semplice richiamo, evitando, a differenza di Severoni, l’espulsione dal collegio.