I Fantastici 5, Raoul Bova avverte: “È una fiction con dei rischi”

Simonetta Viola
  • Esperta della soap Il paradiso delle signore
  • Autrice esperta di Uomini e Donne e Grande Fratello
09/01/2024
I Fantastici 5, Raoul Bova avverte: “È una fiction con dei rischi”

Raoul Bova torna in tv e lo fa con una fiction “rischiosa”: le sue dichiarazioni

Da sempre il pubblico ama Raoul Bova in qualunque veste. Che sia il Capitano Ultimo o Don Massimo in Don Matteo riscuote sempre un grande successo. Amato da decenni come attore è stato anche campione nazionale di nuoto. Un po’ di questa sua esperienza la porterà proprio nella prossima fiction in cui presterà il suo volto. Infatti, dal prossimo mercoledì 17 gennaio andrà in onda su Canale 5 a partire dalle 21:20 la sua nuova fatica intitolata “I fantastici 5”. L’argomento trattato dalla serie è molto particolare e l’attore stesso conferma che si tratta di un argomento molto rischioso. Infatti, porta in scena la disabilità e lo fa raccontando la quotidianità di cinque atleti disabili che si preparano per il Campionato di Atletica. Intercettato dai microfoni di Tv, Sorrisi e Canzoni lo stesso attore ha avuto modo di rilasciare delle dichiarazioni su quanto sia stato difficile portare questo tipo di argomento in scena. Le sue parole in tal senso: “Non è stato facile affrontare questa serie perché il ‘rischio stereotipi’ sulla disabilità è dietro l’angolo, con la conseguenza di diventare scontati. Invece poi si è trovato quel guizzo che ha reso il racconto più vero e originale.”

I fantastici 5, Raoul Bova lo ammette: “Raccontati nella loro normalità”

Una serie quella che presenterà Mediaset la prossima settimana che affronterà un tema molto spinoso e che rischia di creare fazioni diversificate. Ci pensa l’attore protagonista della fiction a spiegare su cosa verterà il racconto della stessa. Infatti, Raoul Bova impersonerà l’allenatore di questi cinque fuoriclasse che si prepareranno alla prestigiosa competizione. Considerato il rischio di creare stereotipi già molto inflazionati fuori dal piccolo schermo, l’attore ammette che la fiction porterà in scena il racconto della normalità della disabilità. Intercettato dai microfoni di Tv, Sorrisi e Canzoni ha, infatti, ammesso a chiare lettere l’intento del lavoro. Le sue parole in tal senso: “I campioni disabili che il mio Riccardo allena sono raccontati nella loro normalità, nei rapporti con i genitori, con i compagni, nei momenti di calo emotivo e quindi fisico. A poco a poco Riccardo riesce a tirare fuori da ciascuno di loro il vero problema, che non è la disabilità, ma è il come si fa sport. Che fa bene solo se non diventa un’ossessione. […] Riccardo cancella questa idea malata e li riporta allo sport fatto con gioia, come voglia di sana competizione. E’ solo così che si riesce a vincere. Questo è il fulcro di tutta la serie.”

Raoul Bova ricorda i momenti d’oro della sua carriera d’atleta: “Ricordo una vittoria…”

L’attore è molto conosciuto anche per il suo passato da nuotatore e non solo per aver prestato il volto a numerosi personaggi. Infatti, proprio in occasione della nuova fiction I fantastici 5 ha avuto modo di riportare alla mente dolci ricordi della sua vita da atleta. Intercettato dai microfoni di Tv, Sorrisi e Canzoni ha, infatti, ricordato:

“Ricordo una vittoria al Foro Italico ai 100 metri delfino. E’ stata la più faticosa. Avevo 13 anni, ero in seconda posizione, mi sentivo morire, non ce la facevo più, i muscoli non rispondevano, l’aria mi mancava, vedevo davanti a me la scia dell’avversario.” Nonostante tutto Raoul Bova quella gara la vinse e ancora oggi è ben impressa nella sua mente.