Henry Winkler, da Fonzie a scrittore di successo

Henry Winkler, da Fonzie a scrittore di successo: l'attore ha venduto oltre 2 milioni di libri, ed ha già in mente una nuova saga intitolata Ghost Buddy, amico fantasma

Pubblicato da Fulvia Leopardi Lunedì 21 giugno 2010

Henry Winkler, da Fonzie a scrittore di successo

In molti lo ricordano per il mitico Fonzie, in pochi sanno che Henry Winkler è anche un apprezzato autore di libri di gran successo in America (2.5 milioni di copie vendute, che ora proveranno a bissare il successo in Gran Bretagna) con protagonista Hank Zipzer, un ragazzino dislessico che frequenta la quarta elementare e che le tenta tutte per sfuggire allo spettro della bocciatura

In pochi – almeno in Italia – lo sanno, Hank Zipzer altri non è che Henry Winkler: anche lui, come il protagonista dei suoi libri, era dislessico, ma non lo ha saputo finché la dislessia non fu diagnosticata a suo figlio Jed, dato che all’epoca in cui lui andava a scuola i suoi problemi furono catalogati come “ignoranza” e lui considerato come appartenente al 3% degli studenti più scarsi d’America.
 
Ma non si trattava voglia di imparare se i problemi ci furono anche sul set di Happy Days, se – come rivelato dallo stesso Winkler – quando doveva leggere i copioni con gli altri doveva impararli a memoria perché trovava aveva problemi di lettura, tanto che prese in mano il suo primo libro a trenta anni.
 
Ed è forse anche per questo che oggi, al quotidiano inglese The Independent, Winkler dice che “non essere bravo a scuola, non significa nulla. Puoi lo stesso volare come un’aquila, una volta che scopri in cosa sei bravo: tutti abbiamo un talento dentro di noi – bisogna solo scovarlo“.
 
E se per caso avete letto i libri e vi sono piaciuti, sappiate che Winkler sta per iniziare una nuova serie di volumi, intitolata Ghost Buddy, che racconteranno la storia di un tredicenne e del suo amico immaginario.