Harry Potter fuma troppo, niente sigarette in pubblico per Daniel Radcliffe

Pubblicato da Fulvia Leopardi Martedì 18 marzo 2008

Harry Potter fuma troppo, niente sigarette in pubblico per Daniel Radcliffe

La vita del fumatore è dura per i comuni mortali, figuratevi per un attore che è un esempio per milioni di giovani: se noi al massimo ci becchiamo qualche occhiata di traverso, va molto peggio a Daniel Radcliffe, cui la produzione ha proibito assolutamente di fumare in pubblico perché la sua immagine, e quella della saga di Harry Potter di cui è protagonista, potrebbe letteralmente…andare in fumo!

Battutaccia a parte, la situazione sarebbe davvero preoccupante per i vertici della Warner Bros, visto che i media hanno ribattezzato Radcliffe come “Harry Puffer” a causa della sua abitudine di fumarsi almeno 20 sigarette al giorno: il nuovo vizio, che l’attore avrebbe preso passando del tempo assieme a Kevin Spacey e Stephen Fry, rischia di compromettere l’immagine da bravo ragazzo di Daniel, e conseguentemente di rovinare l’immagine della saga cinematografica tra le più monetizzate di tutti i tempi. Fosse un vizio “privato” non ci sarebbe niente di male, ma secondo un insider “Ogni volta che le riprese (Radcliffe & co. sono impegnati sul set di ‘Harry Potter e il Principe Mezzosangue‘, che, diretto David Yates, uscirà il 28 novembre 2008. ndr) si fermano, si accende una sigaretta”. Radcliffe, dal canto suo, si è giustificato dicendo che fuma solo quando deve girare scene rischiose (il suo stuntman/doppio è assente), ma la ricostruzione non convince il misterioso insider: “E’ disgustoso: amici e co-protagonisti della saga, incluso Rupert Grint, lo ammoniscono sui pericoli del fumo, ma da quell’orecchio non ci sente. Ha cominciato a fare tardi con attori del calibro di Kevin Spacey e Stephen Fry ed ha preso delle gran brutte abitudini”.