go

Grande Fratello 13, Alessia Marcuzzi: ‘Sarà più simile al primo. Laureati e libri nella casa’

Grande Fratello 13, Alessia Marcuzzi svela alcune novità: in casa più laureati e una libreria: i concorrenti si confronteranno con scrittori famosi

Pubblicato da Raffaele Di Santo Sabato 15 febbraio 2014

Alessia Marcuzzi svela qualche particolare sulla tredicesima edizione del Grande Fratello 13, in partenza da lunedì 3 marzo, dopo l’ennesimo slittamento. Ospite stasera, 14 febbraio 2014, a Le Invasioni Barbariche da Daria Bignardi a La7, la conduttrice ha fatto il punto sul debutto, in vista dell’imminente appuntamento.

In studio, clima cordiale con Daria Bignardi, un buon bicchiere di vino (la birra non le piace); è stato un buon pretesto per svelare pochi ma significativi dettagli sulla nuova edizione del capostipite di tutti i reality show. Confermata la data ufficiale, il Grande Fratello 13 sbarcherà presto in onda:

«Cominciamo il tre marzo, sono molto concentrata su quello»;

poi scherza con la conduttrice de Le Invasioni. Indosserà – dice – “intimo della nonna” così da evitare riflessi a tradimento sul pavimento dello studio televisivo, così da non svelare dettagli ‘piccanti’.

Non proprio in terra amica, la conduttrice del Biscione non si sbottona a La7, ma annuncia comunque interessanti novità, soprattutto riguardo al cast; a quanto pare sarà certamente più genuino, sicuramente più vicino a quello delle prime edizioni:

«Si parlerà di tanti temi di attualità. Ci sarà uno spazio all’interno della casa dove i concorrenti potranno leggere dei libri, confrontarsi con alcuni scrittori molto famosi. Deciderà il Grande Fratello. Diciamo che uno si para un po’…».

Stando a quanto ha dichiarato la padrona di casa, diventa difficile ‘reclutare’ i concorrenti del Grande Fratello, sempre più desiderosi del successo facile e sempre meno spontanei e, per questo, sempre meno interessanti per la Televisione:

«E’ cambiata la televisione e i giovani. Secondo me le prime edizioni erano fatte con persone più consapevoli».

Oggi? «Ci vogliono i bravi ragazzi, quelli un po’ pazzarelli…devi creare un po’ uno spaccato della società (…) Sul fatto che ogni tanto si dicesse che ci fossero dei ragazzi non tanto educati, a volte il pubblico manda avanti le cose che vuole vedere (…) i laureati ce li abbiamo sempre messi ma sono stati sempre nominati; quest’anno ci sono un sacco di laureati, speriamo non vengano eliminati subito».

Sulle scelte compiute nel corso delle passate edizioni, sulle lunghe edizioni e il numero sostanzioso di concorrenti e il relativo via-vai dalla casa del Grande Fratello, Alessia Marcuzzi si dice auto-critica, in sostanza, difendendosi però dai concorrenti che accusano il reality di manipolare il racconto:

«Diciamo che un’edizione ero in cinta e l’altra avevo partorito, avevo un po’ gli ormoni in subbuglio. Tutti volevano uscire, per le fidanzate, ma non uscivano mai. (…) Una persona che entra nella casa del Grande Fratello, a volte, pensa che noi dovremmo far vedere quello che loro vorrebbero far vedere di sé. Mi sono arrabbiata con un ragazzo perché insinuavo che aveva una sintonia con una ragazza, è uscito e si è fidanzato con questa».

E voi, che ne pensato di questo atteso ritorno? Riuscirà a convincerci di nuovo?