Gina Lollobrigida, aperto il testamento: metà del patrimonio al factotum Andrea Piazzolla

    Esperta di Grande Fratello Vip e Gossip il>Autrice esperta di fiction italiane
24/01/2023
Gina Lollobrigida, aperto il testamento: metà del patrimonio al factotum Andrea Piazzolla

Testamento Lollobrigida: patrimonio diviso tra il figlio Andrea Mirko Skofic e Andrea Piazzola

Questa mattina è stato aperto il testamento di Gina Lollobrigida. Barbara Franceschini, la notaia, ha comunicato agli eredi e ai legatari le volontà dell’attrice, deceduta a Roma il 16 gennaio all’età di 95 anni. La popolare diva ha lasciato metà del suo patrimonio al figlio Andrea Mirko Skofic e l’altra metà al factotum Andrea Piazzolla. Tra l’unico figlio e l’assistente c’è da anni una battaglia legale. Piazzolla, infatti, è accusato di volersi appropriare del patrimonio di Gina, approfittandosi delle sua incapacità d’intendere e di volere. Per questo motivo, Andrea Mirko si era rivolto addirittura a un tribunale che aveva nominato un amministratore sostegno. Dall’altra parte, Piazzolla ha fatto sapere tramite il suo legale di voler portare avanti le volontà di Gina come la promozione della sua immagine e il mantenimento delle sue opere artistiche.

Il factotum è a processo per circonvenzione di incapace

Andrea Piazzolla ha ereditato metà degli stimati 10 milioni di euro di Lollobrigida. L’attrice, infatti, ha deciso di donare metà del suo patrimonio al suo assistente che le è stato vicino negli ultimi anni della sua esistenza, costellati da guai giudiziari e famigliari. Dal 2015, il 35enne era andato a vivere insieme alla compagna e alla figlia chiamata Gina nella villa della diva ubicata sull’Appia Antica. Di recente, il giovane è stato accusato di appropriazione indebita per un valore di 130 mila euro in quanto avrebbe cercato di vendere 350 beni appartenuti alla Bersagliera. Pochi giorni fa, il factotum era intervenuto a Domenica In per rendere omaggio insieme a Mara Venier alla scomparsa della grande diva del cinema italiano. In quell’occasione, Piazzolla aveva speso parole dure nei confronti di Andrea Mirko Skofic e Francisco Javier Rigau, accusando la giustizia italiana: “Credo che sia mancato il rispetto per Gina.”

Gina Lollobrigida: vita, carriera e morte della grande attrice italiana

Gina Lollobrigida era diventata famosa negli anni 50 come sex-symbol mediterraneo. Nata a Subiaco il 4 luglio 1927, la donna aveva mostrato interesse per la fotografia e scultura dopo aver detto addio al cinema. Nella sua carriera, l’attrice aveva vinto 7 David di Donatello, 2 Nastri d’Argento e tanti premi internazionali. Il suo primo ruolo risale al 1949 con il film “Il mulino del Po”, sebbene la fortuna sia arrivata con “Bella, ricca, lieve difetto fisico cerca anima gemella” del 1954, che le era valsa la nomination agli Oscar.

La Bersagliera si era ritirata dalle scene negli anni ’70 per intraprendere una carriera di scultrice e fotografa fino alla sua scomparsa avvenuta il 16 gennaio in una clinica romana, attorniata dalle persone più care.