Gigi D’Alessio a Sanremo 2017 con ‘La prima stella’: testo della canzone

Pubblicato da Luana Rosato Martedì 31 gennaio 2017

Gigi D’Alessio partecipa al Festival di Sanremo 2017 con il brano ‘La prima stella’: di seguito il testo della canzone. L’annuncio è arrivato nel corso della serata evento del 12 dicembre, Sarà Sanremo, durante la quale Carlo Conti – direttore artistico della kermesse musicale – ha elencato i 22 Big in gara per la prossima edizione. Tantissima la felicità del cantante napoletano che si prepara a salire sul palco del Teatro Ariston con un brano che lo rappresenta e che non poteva debuttare in modo diverso se non in una manifestazione musicale simbolo della cultura italiana. Il cantante, tuttavia, non è alla sua prima apparizione al Festival, ma ha ben cinque precedenti esperienze alle spalle.

Per Gigi D’Alessio si tratta di un ritorno a Sanremo 2017 con una canzone come ‘La prima stella’ il cui testo ‘merita il palco più importante della musica italiana’. Tantissima la felicità e la commozione del cantante napoletano che ha manifestato la sua gratitudine nei confronti di Carlo Conti e della Commissione che lo hanno scelto tra i Big in gara al Festival: ‘Non potevo che condividere con voi questa bellissima notizia – ha scritto Gigi D’Alessio sulle pagine social ufficiali – […] Durante la lavorazione del mio prossimo album, la cui uscita è prevista il 24 febbraio, giorno del mio compleanno, ho scritto La prima stella, una canzone che merita il palco più importante della musica italiana – e prosegue – Non ho avuto alcuna esitazione ad accettare l’invito di Carlo Conti perché quando scrivi una brano che tocca qualcosa, che appartiene a tutti, non c’è che un palco per rappresentarla’.

La nuova canzone che Gigi D’Alessio porta a Sanremo 2017, dunque, è una vera e propria scommessa nella quale il cantante crede tantissimo e sarà un modo per festeggiare le sue cinquanta candeline e i 25 anni di carriera nel mondo della musica: ‘E’ la mia quinta partecipazione in gara al Festival di Sanremo, oltre ad una in veste di super ospite, ed è così che ho deciso di festeggiare i miei 50 anni ed i miei 25 anni di carriera’, scrive ancora Gigi in conclusione del post sui social. In effetti, per D’Alessio si tratta di una sorta di ‘ritorno alla origini’: negli Anni Novanta ha pubblicato la prima canzone, ‘Cient’anne’, cantata insieme a Mario Merola e, dieci anni dopo, nel 2000 è approdato per la prima volta sul palco del Teatro Ariston con ‘Non dirgli mai’, che gli valse il decimo posto.

L’anno successivo, nel 2001, Gigi D’Alessio ha provato a trionfare al Festival con ‘Tu che ne sai’ (ottavo posto) e solo nel 2005 è riuscito a salire sul podio con la canzone ‘L’amore che non c’è’, che gli valse il secondo posto nella categoria Uomini. L’ultima partecipazione a Sanremo risale al 2012 dove Gigi D’Alessio si è esibito in coppia con Loredana Bertè: il brano ‘Respirare’ riuscì a classificarsi al quarto posto.

Gigi D’Alessio, il testo della canzone ‘La prima stella’

Il testo della canzone ‘La prima stella’ che Gigi D’Alessio presenterà alla 67esima edizione del Festival di Sanremo è stato scritto dallo stesso cantante.

Potessi avere io le ali e scavalcare il cielo
Volare oltre l’universo
E arrivare dove niente è più lo stesso
Vorrei farti vedere il viso mio com’è cambiato
Qualche ruga mi ha graffiato
Come vedi gli anni passano
Ma non ho chiuso il cuore
Io posso ancora amare
Ho mille sogni ancora da inseguire
Ed il più bello so a chi regalare
Il tempo perso da restituire
A chi mi deve un giorno perdonare
Vorrei
Gli occhi tuoi nei miei
Per guardare insieme
Tutto quello che tu forse non hai visto
Sai quante volte io
Ti ho invocato aiuto
Ed ho implorato pure Dio
Che ho sentito sempre mio
Quante volte ti ho cercato
E ti ho parlato
Ed ho sperato
Mentre guardavo con gli occhi in su
Che la prima stella accesa
Quella fossi tu
Adesso un fiore nasce pure senza sole
Un figlio può arrivare
Anche senza far l’amore
Chi è pronto per morire
Non ha la croce al muro
Che c’è una porta aperta sopra il mare
Per chi da guerre cerca di fuggire
Dal vecchio male ci si può salvare
E avrei potuto anche vederti invecchiare
Sento la voce tua
Ma è nella mente mia
Quello che posso solamente fare
È accarezzare una fotografia
Quante volte ti ho cercato
E ti ho parlato
Ed ho sperato
Mentre guardavo con gli occhi in su
Che la prima stella accesa
Quella fossi tu