Georgette Polizzi racconta il suo dramma: “Mio padre? Credevo fosse morto”

Francesca Di Stasio
  • Esperta dei più seguiti programmi Mediaset, di gossip, trash, personaggi tv, fiction, reality show e non solo
18/07/2022
Georgette Polizzi racconta il suo dramma: “Mio padre? Credevo fosse morto”

Georgette ha rivelato di aver ritrovato il padre proprio poco prima che morisse a causa del Covid

A marzo del 2022 ha coronato il sogno di diventare mamma con la nascita della piccola Sole. Stiamo parlando di Georgette Polizzi. La donna è diventata nota al pubblico per aver partecipato a Temptation Island con l’allora fidanzato, poi diventato suo marito, Davide Tresse. Sempre solare e con il sorriso sulle labbra, autrice del libro: “I lividi non hanno colore”, oggi gestisce un brand tutto suo. Affetta da sclerosi multipla, ha alle spalle una storia familiare molto dolorosa. Alcuni giorni fa, Georgette si è raccontata nel programma di Gabriele Parpiglia in onda su Real Time “Seconda vita”.  Proprio qui, ha rivelato un particolare inedito riguardo il suo difficile passato: l’arrivo di suo padre nella sua vita dopo 37 anni di assenza. “Ha iniziato ad entrare nella mia vita in modo prepotente,” ha dichiarato sui social.

Georgette Polizzi ritrova suo padre: “Non mi hai neanche mai cercata”.

Attraverso una serie di storie pubblicate sul suo profilo Instagram dove condivide momenti di gioiosa vita familiare con sua figlia Sole, Georgette ha raccontato di come suo padre all’improvviso sia ricomparso nella sua vita. La donna ha rivelato di aver ricevuto un giorno un file audio da una persona che con accento francese le diceva di essere suo padre. Incredula e scioccata, voleva delle prove che poi sono arrivate e così ha realizzato che quell’uomo era veramente chi diceva di essere. Da quel momento, i due hanno iniziato a videochiamarsi tutti i giorni. Georgette ha saputo della sua vita: “La cosa che mi ha fatto arrabbiare maggiormente è il fatto che lui era una persona distinta, un avvocato, un uomo molto ricco”. Per sei mesi, la donna ha alternato momenti in cui aveva bisogno di sentirlo, a momenti in cui era arrabbiata per non essere stata mai cercata in passato da lui e per le spiegazioni frivole che le dava.

Georgette: “I lividi non hanno colore” si arricchisce di un nuovo capitolo

Siamo in pieno lockdown, Georgette e suo padre continuano a sentirsi tutti i giorni, poi dopo tanto silenzio dovuto ad un forte litigio, alla donna arriva una telefonata da uno dei figli di suo padre. Il ragazzo le fa sapere che l’uomo sta male, è ricoverato ed ha bisogno di sentirla. Georgette decide di telefonarlo, ma lui sta malissimo e il giorno dopo muore. Georgette ha confessato di aver pianto molto quando è mancato. “Non trovavo giusto che la vita per l’ennesima volta mi mettesse i bastoni fra le ruote. Volevo solo sentire il suo odore, toccarlo, guardarlo da vicino. Invece la vita mia ha impedito di fare anche questo”, ha dichiarato. Poi, con il passare del tempo, ha elaborato la cosa e ha capito che forse la vita ha voluto che non lo incontrasse. Georgette ha però dato delle risposte a delle domande molto grandi che aveva.