go

Enrico Nigiotti a Sanremo 2015 con Qualcosa da decidere: il testo della canzone

Enrico Nigiotti a Sanremo 2015 con Qualcosa da decidere: il testo della canzone e biografia del cantante diventato celebre (anche) grazie ad un gesto galante ad Amici

Pubblicato da Fulvia Leopardi Sabato 31 gennaio 2015

Enrico Nigiotti a Sanremo 2015 con Qualcosa da decidere: il testo della canzone lo trovate dopo il salto, insieme ad una breve biografia del cantante, già noto al pubblico televisivo perché nel 2009 ha partecipato alla trasmissione televisiva Amici di Maria De Filippi, riscuotendo un grande successo di pubblico. Nel suo passato vanta una collaborazione con Elisa, attualmente ha per manager Adele Di Palma (si è occupata di Fabrizio De André, Ivano Fossati, Gianna Nannini) e come produttore Brando (Emma Marrone, Modà, Nesli).

Enrico Nigiotti a Sanremo 2015 con Qualcosa da decidere. Nigiotti è nato Livorno nel 1987, e al Festival porta quello che viene definito un pezzo molto forte, orecchiabile, ben cantato. Nel 2008 viene messo sotto contratto da Caterina Caselli, che pubblica il suo primo singolo prodotto da Michele Canova: ad arrangiare i cori c’è il pezzo forte della Sugar, Elisa. Nel 2009 il cantautore livornese partecipa ad “Amici” ed ottiene un certo consenso, anche se viene ricordato soprattutto per la sua autoeliminazione come gesto di galanteria – o di amore – verso un’altra concorrente, Elena D’Amario.

Dopo la partecipazione al talent, il 26 marzo 2010 pubblica con Sugar il suo primo album (omonimo) d’inediti e successivamente inizia un tour promozionale in tutta Italia; scaduto il contratto, viene preso sotto l’ala di Adele Di Palma (manager) e Brando (produttore) e viene scritturato dalla Universal. Dice di non ispirarsi a nessuno, anche se ha influenze blues e ascolta Stevie Ray Vaughan, Clapton, B.B.King e Roberto Luti, ed è “rapito” dalla scrittura di Tenco, Ciampi, De Gregori e di Bobo Rondelli.

Qualcosa da decidere di Enrico Nigiotti: il testo della canzone

Probabilmente qualcosa da decidere
prima che insieme cominciamo a ridere
tirare fuori il maglione più bello
scegliere in fretta ail posto più giusto
nell’imbarazzo che ruba la scena
il tuo vestito che scopre la schiena
lo sguardo perso per ogni tuo gesto
il tuo sorriso che risolve tutto

La la, la la, la la

potremo stare fermi ad aspettare
il tempo che cancelli il nostro attimo
il nostro attimo
oppure scrivere i capitoli di un libro
che è già aperto e dedicato a noi
e dedicarlo a noi
dentro alla noia dell’inverno
siamo sguardi che non sanno ancora scegliere
cosa è possibile
in fondo persi dentro ad un mare di domande
la certezza adesso siamo noi
adesso siamo noi

La la, la la, la la

sotto una musica che suona a martello
noi ci capiamo, parliamo lo stesso
bicchieri in mano, le braccia tue addosso
mi scappa il tempo, non riesco a fermarlo
tutto il tuo corpo, tutto è il tuo vivere
tutto il tuo muoverti, tutto il tuo essere
in questa notte, in questa tempesta
che tutto passa, ma tutto poi resta

potremo stare fermi ad aspettare
il tempo che cancelli il nostro attimo
il nostro attimo
oppure scrivere i capitoli di un libro
che è già aperto e dedicato a noi
e dedicarlo a noi
dentro alla noia dell’inverno
siamo sguardi che non sanno ancora scegliere
cosa è possibile
in fondo persi dentro ad un mare di domande
la certezza adesso siamo noi
adesso siamo noi

ed io ti porterò
ovunque tu vorrai
e non ti lascerò
e no mi lascerai
ed io ti cercherò
ovunque tu sarai
e non ti lascerò
tu non mi lascerai

potremo stare fermi ad aspettare
il tempo che cancelli il nostro attimo
il nostro attimo
oppure scrivere i capitoli di un libro
che è già aperto e dedicato a noi
e dedicarlo a noi
dentro alla noia dell’inverno
siamo sguardi che non sanno ancora scegliere
cosa è possibile
in fondo persi dentro ad un mare di domande
la certezza adesso siamo noi
adesso siamo noi