Ema Stokholma, confessione dolorosa sul passato: “Mia madre mi picchiava”

Gianluca Di Fuccia
  • Esperto di Gossip e Attualità
05/11/2022
Ema Stokholma, confessione dolorosa sul passato: “Mia madre mi picchiava”

Ema Stokholma, il racconto dell’infanzia drammatica e le violenze domestiche subite: “Mi ricordo tutto”

In un’intervista rilasciata per il settimanale Oggi, Ema Stokholma, neo concorrente di Ballando con le stelle ha deciso di raccontare un episodio particolare della sua vita passata. Un momento doloroso che l’ha segnata profondamente, pieno di profonde e oscure cicatrici che porta ancora oggi sulla sua pelle. La conduttrice radiofonica aveva già raccontato il dramma vissuto precedentemente nel suo libro, intitolato “Per il mio bene.” Al suo interno Ema aveva confessato di aver vissuto un’infanzia terribile a causa della madre che picchiava lei e suo fratello. Per la giovane donna, riuscire a raccontare un evento così grave come questo è la conferma che nella vita si puo’ andare avanti e vivere bene, pur essendo stati protagonisti di un inizio tragico. Oltre ad una concreta testimonianza, il suo racconto è anche un invito a non voltare la faccia davanti alle tragedie della porta accanto: “Mai fare finta di niente. Facciamo una domanda in piu’, una carezza in piu’, sia al bambino che al genitore. Non si nasce mostri, ci si diventa. Se mia madre avesse ricevuto l’affetto da parte di qualcuno sarebbe stato tutto diverso.”

L’empatia della conduttrice radiofonica nei confronti della madre scomparsa: “Non c’è motivo di perdonarla”

Ema Stokholma ha proseguito poi con l’intervista affermando di non aver mai avuto modo di perdonare la madre per quanto accaduto nella sua infanzia. Partendo dal fatto che lei non le abbia mai chiesto scusa, la conduttrice radiofonica ha confessato che dunque non ce n’era neanche il motivo. Ema ha preferito provare empatia per lei poichè perdonare vorrebbe dire che è tutto okay e che si puo’ ripartire da zero quando invece non è così semplice. A tal proposito la giovane ha affermato: “Io mi ricordo tutto quello che è stato fatto a me e a mio fratello. Ma ora so che anche lei era una vittima, non stava bene.” Per anni Ema si è pianta addosso causando danni con gli amici e con le relazioni a tal punto da ritrovarsi da sola e infelice, fino al punto in cui ha scelto di stare bene.

Ema Stokholma, una carriera da giovanissima come modella e poi l’esperienza da squatter: “Ho toccato il fondo”

La conduttrice radiofonica si è poi soffermata sulle passioni e sugli interessi coltivati durante il periodo della giovinezza, dichiarando che a quei tempi l’unica cosa che avrebbe voluto era una vita come i protagonisti della serie tv “Friends”: un lavoro al bar e una casa con quattro amici, tanto è vero che al giorno d’oggi gli amici sono diventati la sua famiglia. Ema Stokholma ha iniziato la sua carriera giovanissima, come modella ma successivamente ha mollato tutto per fare la squatter: “Ero stanca di seguire le regole della società, ho toccato il fondo e poi mi sono detta: basta, voglio andare dove c’è la luce, dove c’è l’aria, voglio respirare. Non mi perderò mai piu’.”

La giovane donna ha poi risposto alle domande in merito all’importanza per lei dei suoi tatuaggi con grande rammarico e dispiacere. Ema, infatti, sembra essersi totalmente pentita della scelta di riempire il proprio corpo con molti tatuaggi e ha confessato di stare facendo il possibile per eliminarli tutti: “Se posso dare un consiglio, non fateli. Ve ne pentirete come di quella frangetta, di quel colore di capelli, di quella persona che avete frequentato per due mesi. Solo che queste cose le potete dimenticare, i tatuaggi no. Evitateli.”