Eleonora Daniele sotto shock: “E’ una tragedia”, dramma a Storie Italiane

Raffaele Ciniglio Ainis
  • Autore esperto di Grande Fratello Vip e Uomini e Donne
  • Esperto di Amici e Mare Fuori
04/05/2023
Eleonora Daniele sotto shock: “E’ una tragedia”, dramma a Storie Italiane

Immagini shock a Storie Italiane: il racconto della tragedia di Faenza

Si contano i danni e le perdite dell’alluvione che ha colpito l’Emilia Romagna in queste tragiche ore e anche Eleonora Daniele ha voluto raccontare ciò che sta accadendo. L’inviato della trasmissione mattutina di Rai 2 ha mostrato le immagini di Faenza ancora allagata raccontando con precisione anche il punto in cui si è rotto l’argine del fiume che ha portato a un’esondazione dai risvolti drammatici. “E’ una tragedia, quante ne abbiamo raccontate così?” ha commentato sotto shock la conduttrice, che poi ha voluto anche dare spazio ai commentatori in studio e al pruriginoso dibattito a proposito di come si è intervenuti.

I cittadini di Faenza furiosi: qual è l’opinione di Eleonora Daniele

Un evento eccezionale di questo tipo lascia sempre attoniti, anche e sopratutto perchè per molte persone significa, oltre che possibilità di perdere la vita, rischio concreto di veder venire a mancare i propri beni come le auto o spesso anche le case laddove si trovino ai piani bassi. I cittadini di Faenza sono furiosi e sono molte le testimonianze di chi ritiene che si sarebbe potuto prevedere prima e dunque ci sarebbe stato il tempo materiale per avvertire in anticipo i residenti della zona. La Daniele, dinanzi a queste parole, non ha perso la solita lucidità con cui porta avanti Storie Italiane spiegando che c’è bisogno di capire come mai tante persone, dopo questi eventi, sentono il bisogno di lamentare la mancanza di interventi tempestivi.

Faenza, il racconto di una notte drammatica: cos’è successo

La tragedia affrontata a Storie Italiane è cominciata alle tre di questa notte, quando il fiume Lamone è esondato a causa di un argine rotto a venti chilometri dalla zona di Faenza. La situazione è precipitata e sono moltissime le persone rimaste senza acqua, luce e beni primari o che sono ancora bloccate nelle loro abitazioni (sopratutto persone anziane che non hanno intenzione di lasciarle). Danni irreparabili ad auto e attività, con i cittadini che chiedono una risposta da parte delle autorità e sopratutto un risarcimento per non aver agito tempestivamente.

Eleonora Daniele, con gli ospiti in studio, ha parlato anche dell’impatto che ha la tecnologia su episodi questo genere. Dalle immagini, infatti, si notavano tante auto che avevano la portiera del bagagliaio aperta: ebbene è una nuova tecnologia che permette alle vetture, laddove rilevassero un allagamento, di aprire il portellone per evitare che la pressione dovuta alla spinta dell’acqua riduca l’auto una lattina, e anche per permettere alle persone di scappare (entrando l’acqua dentro, si possono aprire le portiere).