Don Matteo: Francesco Scali (Pippo) ha fatto una figuraccia con Raoul Bova!

Simonetta Viola
  • Uomini e Donne, Isola dei famosi
  • Autrice esperta di fiction e serie tv
04/08/2022
Don Matteo: Francesco Scali (Pippo) ha fatto una figuraccia con Raoul Bova!

Il famoso sacrestano di Don Matteo si confessa: la figuraccia rimarrà nella storia

Gli affezionati fan della serie tv Don Matteo hanno imparato ad apprezzare tutti i personaggi della soap, incluso il sacrestano Pippo. Quest’ultimo è interpretato da Francesco Scali che ha all’attivo film, partecipazioni in teatro ed in tv con i massimi esperti del settore. Molto affezionato a Terence Hill e a Nino Frassica ha avuto modo di interfacciarsi con il nuovo Don Massimo, interpretato da Raoul Bova. E proprio con quest’ultimo ha ammesso di aver fatto una figuraccia senza precedenti. Infatti, intercettato dai microfoni di Tiziana Lupi per Tv, Sorrisi e Canzoni, ha raccontato di essere al trucco sul set della serie quando ha visto un uomo con mascherina e occhiali scuri appoggiato allo stipite della porta. Il suo racconto di quanto accaduto subito dopo: “Lui ha detto ‘Buongiorno’ e io subito: ‘Oh, ma chi è ‘sto fico da paura?’. Quando si è tolto occhiali e mascherina e ha detto: ‘Piacere, Raoul” sarei voluto sprofondare! Per fortuna anche lui è molto simpatico.” Un inizio a dir poco divertente e simpatico quello che ha visto i due come protagonisti e colleghi di lavoro.

Francesco Scali ed il particolare inizio di carriera: c’entra Nino Frassica

L’inizio della carriera dell’attore che oggi impersona il sacrestano Pippo è stato a dir poco particolare. Infatti, tutto è partito con un escamotage per partecipare ad un film di Fellini. Intercettato dai microfoni di Tv, Sorrisi e Canzoni, l’attore ha raccontato i dettagli di ciò che è accaduto nel suo passato e che l’ha visto protagonista. In quegli anni Fellini stava preparando il film “E la nave va” e più volte l’attore si era presentato cercando di accedere agli studi e parlare con l’assistente del regista. Tuttavia, non ebbe particolare fortuna fino a quando Nino Frassica, suo amico, non gli consigliò un piccolo escamotage. Le sue parole in merito: “Il mio amico Nino Frassica mi disse: ‘Tu dì che hai un appuntamento con il dottor Iannelli. Non esiste, ma in portineria non lo sanno.” A quel punto l’attore prese il consiglio dell’amico e fece esattamente ciò che gli consigliava. Subito dopo accadde questo: “All’ingresso mi hanno pure risposto: ‘Vada ma non so se c’è!’ Appena entrato mi sono diretto subito al Teatro 5, dove sapevo che c’era Fellini.” A quel punto il gioco era fatto e ciò che decise di fare fu lasciare una sua foto con delle frasi e venne preso per il film.

Come è diventato il sacrestano di Don Matteo? Il suo racconto

Infine, Francesco Scali ha deciso di raccontare ai microfoni di Tv, Sorrisi e Canzoni come è diventato il famoso sacrestano dell’amata serie tv. L’attore, infatti, ha ammesso di dover ringraziare Enrico Oldoini, un regista molto bravo che incontrò un giorno alla Fono Roma, una società di doppiaggio. Fecero due chiacchiere e dopo appena 15 giorni la sua vita cambiò. Le sue parole in merito: “Ricevetti una chiamata dalla Lux Vide per fissare un appuntamento con Oldoini. Lui mi disse: ‘C’è una nuova serie su cui puntiamo molto. Ci sarebbe un ruolo da sacrestano.’ Così è cominciata l’avventura grazie alla quale, tra l’altro, sono nate belle amicizie.” Nel frattempo, è stato lo stesso Nino Frassica, amico dell’attore, a rilasciare delle dichiarazioni incredibili.