Don Matteo 13, il debutto di Raoul Bova ritarda: data di inizio, anticipazioni

Vincenzo Pennisi
    Autore e giornalista esperto di sport, Festival di Sanremo e Grande Fratello Vip
28/12/2021
Don Matteo 13, il debutto di Raoul Bova ritarda: data di inizio, anticipazioni

Don Matteo 13, la nuova stagione parte a marzo: ritardo per il debutto di Raoul Bova

Per circa due settimane le fiction Rai si prenderanno una pausa per le festività natalizie. Ma, dopo il grande successo raccolto nei mesi scorsi, nuove fiction Rai 2022 sono pronte a rubare la scena in prima serata per la gioia di milioni di telespettatori. Già noto il palinsesto di gennaio che vede il ritorno di Doc-Nelle tue mani 2 e le tanto attese novità di Non mi lasciare con Vittoria Puccini e La sposa con la bravissima Serena Rossi. Novità invece per quanto riguarda il super atteso ritorno di Don Matteo 13. La fiction con protagonista Terence Hill nelle prime dodici stagioni infatti, non tornerà in tv a gennaio bensì la prossima primavera, a marzo, contrariamente a quanto accaduto negli ultimi anni. Dunque i fan di Terence Hill e soprattutto di Raoul Bova dovranno ancora attendere un paio di mesi per vedere in azione il loro idolo.

Raoul Bova, novità per il suo personaggio in Don Matteo 13: “Sarà più sanguigno di Terence Hill”

Nel corso di una intervista rilasciata al quotidiano La Repubblica, l’ad di Lux Vide Luca Bernabei ha anticipato cosa dovremo attenderci dall’approdo di Raoul Bova nella fortunata serie Don Matteo. Ovviamente si tratta di un personaggio totalmente diverso, ma che riuscirà ugualmente ad attirare grande interesse e consensi da parte del pubblico: “Hill è un angelo viaggiatore, Bova un ex carabiniere. Fa ridere perché all’inizio il maresciallo Cecchini (Frassica) non lo riconosce, non vuole dargli informazioni, vuole solo che torni Don Matteo. Don Massimo, è un prete più sanguigno, più uomo”.

Don Matteo 13, Raoul Bova non sarà come Terence Hill: addio alla storica bici

In Don Matteo 13 i telespettatori si ritroveranno a dire addio a Terence Hill e alla sua storica bicicletta, compagna di tante avventure. Raoul Bova infatti sarà un prete in moto e non indosserà neanche la tonaca.