go

Crozza nel Paese delle Meraviglie (3/5/2013): i viaggi-premier di Letta [VIDEO]

La puntata di Crozza nel Paese delle Meraviglie del 3 maggio 2013 ironizza sui viaggi-premier di Enrico Letta in Europa e su Berlusconi 'padre costituente'

Pubblicato da Valentina Proietti Sabato 4 maggio 2013

Crozza nel Paese delle Meraviglie (3/5/2013): i viaggi-premier di Letta [VIDEO]

Mancano poche puntate alla fine di Crozza nel Paese delle Meraviglie, lo spettacolo in onda su La7 che ha riscosso un successo clamoroso. Del resto, il comico genovese è uno dei più brillanti in circolazione e il pubblico lo sa bene. Nell’ultimo appuntamento trasmesso si è sottolineata la nuova trovata geniale di Silvio Berlusconi, insieme ai viaggi istituzionali del nuovo premier.

La puntata di Crozza nel Paese delle Meraviglie di venerdì 3 maggio si apre con un inno ai viaggi-premier del nuovo presidente del Consiglio: Enrico Letta, fresco di nomina, si è già recato in Europa per adempiere agli oneri del caso e procedere alle presentazioni ufficiali. Maurizio Crozza ironizza sul fatto che, in un modo o nell’altro, siamo sempre noi a prostrarci ai piedi altrui, come dei camerieri in un ristorante. Il brano che viene utilizzato per l’occasione è ‘Sì, viaggiare’, testo del comico genovese.

Il siparietto con protagonista Giorgio Napolitano è più esilarante del solito, grazie agli ultimi sviluppi politici. La grande novità è la candidatura di Silvio Berlusconi a padre costituente, una notizia di fronte alla quale il capo dello Stato non può trattenere una risata sguaiata e inarrestabile. Quando si riprende, c’è spazio per una frecciata straordinaria:

‘Con le minc**ate di Berlusconi ci potrebbero montare quei programmi estivi di RaiUno, Dududu dadada! E’ puro avanspettacolo!’

Il leader del PdL è anche passato alle minacce, strepitando che se ne andrà nel caso in cui il governo decidesse di lasciare l’Imu. Napolitano si precipita a contattare tutti i ministri, intimando loro di raddoppiare l’imposta.

Lo spazio riservato agli uomini della Lega non può che partire dalle incommentabili dichiarazioni di Borghezio sul ministro Kyange. Anche il consueto dialogo tra Bossi e Maroni si focalizza sulla spinosa vicenda: su ordine del governatore della Lombardia, il senatùr diventa ‘negher’ per un giorno.

L’ultima parte del programma è riservata al ‘Boss’ Flavio Briatore, tornato gloriosamente in scena già la settimana scorsa. Proseguono i provini per la nuova edizione di The Apprentice. L’imprenditore illustra i pregi della sua imbarcazione, talmente grande che a percorrere tutta la sua lunghezza da poppa a prua ci si mettono sei ore. Il Boss passa severamente al setaccio tutti gli aspiranti uomini e donne d’affari, valutando le loro potenzialità come grandi dirigenti. Come sempre, li trova carenti sotto il profilo delle priorità e degli obiettivi di vita:

‘Nella scala dei valori, accompagnare la nonna all’ospedale è al 160esimo posto. Se poi ha più di 90 anni scende di altri 10 posizioni… Sei fuori!’

https://www.youtube.com/watch?v=RbiMkqseFtc