Caduta Libera, retroscena del campione Michele Marchesi: “Ero Imbarazzato”

Denis Bocca
  • Esperto di Uomini e Donne e Grande Fratello Vip
  • Autore esperto di Paolo Bonolis e Maria De Filippi
13/11/2022
Caduta Libera, retroscena del campione Michele Marchesi: “Ero Imbarazzato”

Il campione di Caduta Libera ammette che la tv lo rende “imbarazzato e impacciato”

Una volta c’era Nicolò Scalfi: campionissimo di Caduta Libera per 88 puntate, un montepremi invidiabile, e la gloria eterna come uno dei più forti concorrenti del quiz condotto da Gerry Scotti. Peccato che quel suo record di imbattibilità sia stato appunto battuto dall’attuale campione Michele Marchesi, che per l’occasione ha ammesso che effetto gli fa la tv in un’intervista sull’ultimo numero di Tv Sorrisi e Canzoni: “Mi rende imbarazzato e impacciato”, ma ora molto meno perché si sta divertendo e ovviamente sta guadagnando cifre sempre più alte.

Michele Marchesi, retroscena: “Sudo tantissimo e mi emoziona parlare con Gerry Scotti”

Oltre a renderlo imbarazzo e impacciato, la tv, gli fa un altro effetto. O meglio, a farglielo è la presenza di Gerry Scotti, uno dei conduttori più amati della televisione italiana (arrabbiato con Mediaset, ultimamente): “Sudo tantissimo e mi emoziona parlare con lui”, tant’è che la prima volta la camicia era madida di sudore ancora prima di entrare in scena. Da quel giorno la costumista ha ovviato al disagio facendogli mettere sempre la giacca. La sua partecipazione al celebre quiz di Canale5 gli sta cambiando piano piano la vita: può permettersi di tirare un sospiro di sollievo quando guarda l’ammontare del suo conto in banca, questo è certo, ma poi la gente per strada lo riconosce e lo ferma per dirgli parole davvero positive che lo emozionano tanto.

Caduta Libera, Michele Marchesi ha vinto 561.000 euro: cosa ne ha fatto del montepremi

Ma la domanda che sorge spontanea quando si parla del campione di Caduta Libera è solo una: ma cosa ne ha fatto e cosa ne farà del montepremi di 561.000 euro? Ebbene innanzitutto ora può mettere da parte abbastanza denaro per comprarsi casa e per togliersi qualche sfizio. Ha affittato una casa più grande a Pavia, dove vive da solo (è ancora single) e poi vorrebbe offrire una cena stellata ai suoi colleghi che gli stanno salvando letteralmente la via coprendo le sue assenza dal reparto.

Il suo sogno, infatti, è quello di diventare un medico, un neuropsichiatra per l’esattezza, capace di fare qualcosa di bello nella propria vita. Secondo lui si è felice solo se si fa qualcosa per gli altri. Ora le ferie, comunque, stanno per finire e ha iniziato il quarto anno di specialità, l’ultimo e decisivo, e per questo deve capire come gestire le due cose ovvero il suo effettivo lavoro e il fatto di essere il campione indiscusso di Caduta Libera.