Britney Spears, inferno senza fine: fuori la verità sulla famiglia grazie a un audio

Francesca Di Stasio
  • Esperta dei più seguiti programmi Mediaset, di gossip, trash, personaggi tv, fiction, reality show e non solo
29/08/2022
Britney Spears, inferno senza fine: fuori la verità sulla famiglia grazie a un audio

La popstar americana ha pubblicato un lungo audio in cui parla in modo dettagliato dei drammatici ultimi anni vissuti

 Britney Spears per la prima volta racconta ciò che ha passato negli ultimi tredici anni della sua vita. La popstar americana ha scelto di farlo attraverso un audio della durata di ben 22 minuti, in cui rivela il dramma vissuto quando è finita sotto la tutela del padre, quando cioè è entrata in quella che in America viene chiamata conservatorship. Britney descrive un mondo fatto di bugie, inganni, manipolazioni nei confronti di una persona che è una star mondiale, che ha tutto, ma è avvolta dalla solitudine e dalla fragilità. La cantante ha iniziato il lungo sfogo rivolgendosi proprio a chi come lei è una persona introversa che si sente sola ed ha il bisogno di ascoltare una storia come la sua. “La mia vita è stata lontana dall’essere facile, e non sei sola”, ha aggiunto. Poi, rivolgendosi ai suoi familiari ha dichiarato: ““Mi hanno letteralmente uccisa”. E poi ancora: “La mia famiglia mi stava buttando via, non ero più un essere umano”.

Britney Spears e l’audio fiume poi cancellato: “Ora so che è stato tutto premeditato”

Britney Spears dopo un’ora ha deciso di cancellare l’audio fiume, ma il suo sfogo ha già fatto il giro del mondo. Dai trattamenti sanitari forzati, alle privazioni imposte dal padre, fino allo sfruttamento della carriera. La popstar americana ha dichiarato che ha sempre avuto paura del giudizio e provato imbarazzo per l’intera vicenda, anche perché c’erano le persone ciniche con le loro opinioni. “Adesso sono al sicuro, e sono disposta a condividere apertamente i miei pensieri e quello che ho passato”, ha detto. La cantante ha cominciato il racconto dalla sera in cui è iniziato l’incubo durato dieci anni. Britney ha rivelato: “Ora so che è stato tutto premeditato. Una donna ha presentato l’idea della conservatorship a mio padre, e mia madre lo ha effettivamente aiutato a portare a termine la soluzione. Era tutto sostanzialmente già impostato. Non c’erano droghe nel mio corpo, niente alcol, niente. Era puro abuso”. La popstar che incrimina non solo il padre, ma anche la madre a cui non perdona il fatto di aver appoggiato senza fare niente le decisioni prese dal marito, ha anche rivelato di quando durante il ricovero ospedaliero durato quindici giorni fu maltrattata e demoralizzata facendola sentire una nullità.

La popstar tra progetti lavorativi, album di successo e drammi familiari

“Non c’erano droghe nel mio corpo, niente alcol, niente. Era puro abuso”, ha detto Britney Spears che nei giorni scorsi ha pubblicato “Hold Me Closer”, brano cantato in collaborazione con il cantante Elton John. La popstar ha iniziato lo sfogo proprio parlando della canzone e dei motivi che l’hanno spinta ad accettare il progetto. A tal proposito ha dichiarato di aver avuto un sacco di opportunità, da Oprah a interviste, per andare su una piattaforma e condividere le difficoltà e qualsiasi cosa le passasse per la mente, ma pensa che nulla di tutto ciò sia rilevante, soprattutto essere pagata per raccontare la sua storia. “Mi sento come se fosse una sciocchezza”, ha detto. Da un lato dunque gli album di successo, la carriera musicale a gonfie vele e dall’altro la vita privata e i drammi vissuti con i suoi familiari. Alcuni mesi fa, un’altra cantante statunitense, Demi Lovato ha raccontato il dramma vissuto.