Belen Rodriguez, il filmino in vendita a Napoli e a Milano. Rischi per chi lo scarica

Pubblicato da ChiaraL Giovedì 20 ottobre 2011

Belen Rodriguez, il filmino in vendita a Napoli e a Milano. Rischi per chi lo scarica

Il filmino di Belen Rodriguez? Se non l’avete ancora visto potete acquistarlo in dvd. Già alcuni buontemponi hanno iniziato a venderlo a Milano e a Napoli al prezzo (eccessivo permettetecelo) di 20 euro. Il filmato, già rimosso dalla Polizia Postale, è stato però messo su un dvd e quindi si può comprare, e come si può intuire la richiesta è altissima. Fate però attenzione, nel filmato Belen è minorenne e chi l’ha scaricato può rischiare fino a dodici anni di carcere.

Chiaramente il video di Belen e Tobias è – come avete intuito – richiestissimo. Come si legge su Dagospia “alla stazione di Milano i vu’ cumpra’ hanno ritrovato lo smalto dei tempi migliori grazie al loro ultimo business: il video hot di Belen Rodriguez, venduto al prezzo di 10 euro. E il dvd va a ruba. Lo comprano gli uomini e soprattutto le donne“. Mentre a Napoli si trova nella zona del molo Beverello al prezzo di 15 – 20 euro. Ma fate attenzione, chi entrasse in possesso del dvd o chi avesse scaricato il filmato rischia grosso… Già perché la Rodriguez all’epoca dei fatti era minorenne anche se a giudicare dal video non lo sembra affatto.

Pudica o no, se l’argentina fosse effettivamente minorenne nel filmino diffuso dall’ex Tobias Blanco, la legge italiana punisce sia la diffusione che la detenzione di materiale pedopornografico, anche se condiviso su Internet sui torrent o sugli altri programmi peer to peer. In poche parole, secondo l’articolo del codice penale:

Chiunque, utilizzando minori degli anni diciotto, realizza esibizioni pornografiche o produce materiale pornografico ovvero induce minori di anni diciotto a partecipare ad esibizioni pornografiche è punito con la reclusione da sei a dodici anni e con la multa da euro 25.822 a euro 258.228.
2. Alla stessa pena soggiace chi fa commercio del materiale pornografico di cui al primo comma.
3. Chiunque, al di fuori delle ipotesi di cui al primo e al secondo comma, con qualsiasi mezzo, anche per via telematica, distribuisce, divulga, diffonde o pubblicizza il materiale pornografico di cui al primo comma, ovvero distribuisce o divulga notizie o informazioni finalizzate all’adescamento o allo sfruttamento sessuale di minori degli anni diciotto, è punito con la reclusione da uno a cinque anni e con la multa da euro 2.582 a euro 51.645.
4. Chiunque, al di fuori delle ipotesi di cui ai commi primo, secondo e terzo, offre o cede ad altri, anche a titolo gratuito, il materiale pornografico di cui al primo comma, è punito con la reclusione fino a tre anni e con la multa da euro 1.549 a euro 5.164″
. Uomo avvisato mezzo salvato….