Arisa al Festival di Sanremo 2014: scheda e testi delle canzoni

Pubblicato da Valentina Proietti Martedì 31 dicembre 2013

Arisa al Festival di Sanremo 2014: scheda e testi delle canzoni

Arisa è pronta a tornare all’Ariston per il Festival di Sanremo 2014 e, stavolta, tenterà di salire sul gradino più alto del podio. Per lei la kermesse canora non è una novità e, pur avendo ottenuti risultati e riconoscimenti importanti, le è mancato quello più prestigioso: che sia la volta buona per fare centro?

Rosalba Pippa, questo il nome all’anagrafe della giovane cantautrice, si è fatta conoscere proprio con l’esordio al Festival di Sanremo 2009. Quell’anno si presentò nella categoria Nuove proposte con il brano “Sincerità”, che sbaragliò la concorrenza e regalò la vittoria alla sua interprete. Da allora la popolarità di Arisa è cresciuta esponenzialmente, anche grazie a un’immagine da personaggio televisivo che ha fatto subito presa, e da cui poi la cantautrice ha cercato con fatica di discostarsi.

L’anno successivo è tornata a Sanremo nella categoria Artisti con il brano “Malamorenò”, che si è classificato nono e ha preceduto l’uscita dell’omonimo album. Nel frattempo, la ragazza si è fatta conoscere al grande pubblico debuttando al cinema in “Tutta colpa della musica” di Ricky Tognazzi e partecipando come presenza fissa al programma di La7 “Victor Victoria”.

Nel 2011 viene scelta come membro della giuria di X Factor, il talent show musicale di Sky Uno, dove si ritrova al fianco di Simona Ventura, Morgan ed Elio. Arisa viene confermata anche per l’edizione successiva, in cui tuttavia nascono diversi screzi con i colleghi. La cantante lascia il programma al termine dell’annata, per poi essere sostituita da Mika.
Indimenticabile, e non in senso positivo, la lite che si scatenò dopo l’eliminazione a X Factor 2012 dei Freres Chaos, i terribili fratelli pupilli di Arisa.

Nel 2012 Arisa toglie gli occhialoni tondi e torna all’Ariston per la 62ª edizione del Festival di Sanremo, portando il brano “La notte”. La canzone si piazza al secondo posto alle spalle di Emma e anticipa l’uscita dell’album “Amami”, dai toni più romantici e intimisti rispetto al passato.

https://www.youtube.com/watch?v=YzXcHpN5kRQ

Nel dicembre 2013 viene annunciata la sua partecipazione al Festival di Sanremo 2014, con i brani “Lentamente” e “Controvento”. Sarà questa l’occasione per lei di aggiudicarsi quel primo posto che le è sfuggito un paio d’anni fa?


Lentamente

di C. Donà – R. Pippa – S. Lanza – C. Donà
Ed. Warner Chappell Music Italiana /Pipshow/
Pastis Edizioni Musicali – Milano – Firenze

Il primo che passa
Si prenderà il cuore
La mia voce amara
E l’anima se la vuole
Quell’orologio fermo che hai lasciato sopra il letto
Il primo che passa
Si porterà via
Il tuo ultimo abbraccio
La nostra vita e così sia
Quell’orologio fermo da un po’ si è sciolto sopra il letto
E tu sei scivolato dentro a questo mio risveglio
Lentamente si apre il giorno davanti a me
Luce calda che l’orizzonte fa nascere
Cresce una mela su un ramo ed io vivo
Masticare la realtà nuda
Certamente poi mi servirà a non avere paura
È come guardi il mondo che poi
Ti cambia tutto dentro
E penso a te su questo su questo prato
Dove una volta per te ho cantato
L’alba è pronta ed io mi commuovo sempre
Lentamente si apre il giorno davanti a me
Luce calda che l’orizzonte fa nascere
Stacco la mela da un ramo ed io vivo
Lentamente
Luce calda che l’orizzonte sa far nascere
Cade una mela da un ramo ed io vivo


Controvento

di G. Anastasi
Ed. Pipshow/Giuro/Universal Music Italia – Milano – Roma – Milano

lo non credo nei miracoli, meglio che ti liberi meglio che ti guardi dentro
Questa vita lascia i lividi questa mette i brividi certe volte è più un combattimento
C’è quel vuoto che non sai, che poi non dici mai, che brucia nelle vene come se
Il mondo è contro te e tu non sai il perché, lo so me lo ricordo bene
lo sono qui
Per ascoltare un sogno
Non parlerò
Se non ne avrai bisogno
Ma ci sarò
Perché così mi sento
Accanto a te viaggiando controvento
Risolverò
Magari poco o niente
Ma ci sarò
E questo è l’importante
Acqua sarò
Che spegnerà un momento
Accanto a te viaggiando controvento
Tanto il tempo solo lui lo sa, quando e come finirà
La tua sofferenza e il tuo lamento
C’è quel vuoto che non sai che poi non dici mai
Che brucia nelle vene come se
Il mondo è contro te e tu non sai il perché
Lo so me lo ricordo bene
lo sono qui
Per ascoltare un sogno
Non parlerò
Se non ne avrai bisogno
Ma ci sarò
Perché cosi mi sento
Accanto a te viaggiando controvento
Risolverò
Magari poco o niente
Ma ci sarò
E questo è l’importante
Acqua sarò
Che spegnerà un momento
Accanto a te
Viaggiando controvento
Viaggiando controvento
Viaggiando controvento
Acqua sarò che spegnerà un momento
Accanto a te viaggiando controvento