Achille Lauro insaziabile, cavalcherà un toro all’Eurovision: FOTO

Gianluca Di Fuccia
  • Esperto di Oggi è un altro giorno
12/05/2022
Achille Lauro insaziabile, cavalcherà un toro all’Eurovision: FOTO

ESC 2022, l’artista veronese pronto ad ammaliare il pubblico ancora una volta

E’ tutto pronto per l’attesissima seconda semifinale dell’Eurovision Song Contest 2022. L’evento musicale piu’ discusso dell’anno non smette di regalare sorprese ed emozioni, ma l’attenzione di stasera è tutta concentrata sull’artista veronese e vincitore del contest Una voce per San Marino. Achille Lauro, infatti, ancora una volta ha deciso di farsi ricordare dai telespettatori, come l’emblema puro dello spettacolo e lo farà attraverso un’altra scenografia dall’impatto surreale. Al Pala Alpitour di Torino, l’artista porterà in scena il singolo Stripper. Ornato da una tutina nera completamente trasparente, con slip sgambati e copricapezzoli a stella, lungo boa nero, stivali da cowboy decoratissimi e un bel cappellone di camoscio, il giovane cantante si appresterà a cavalcare ardentemente un toro meccanico rosso cremisi a cui ha dato il nome di Roberta.

Achille Lauro, una storia d’amore non convenzionale come manifesto della libertà

A proposito dell’originalità e della complessità di quanto porterà in scena stasera all’ESC 2022, Achille Lauro ha espressamente sottolineato l’importanza stessa dei temi trattati in Stripper e lo scambiarsi ininterrotto di provocazioni e allusioni che il singolo offre e che rispondono alla vera concezione di libertà. Il brano infatti, racconta la storia d’amore tra uno spogliarellista e una donna cowboy, non esattamente una storia di tutti i giorni, un episodio gender fluid che si sposa perfettamente con la sua personalità: “Una storia d’amore non convenzionale tra due persone che decidono di fare quello che vogliono, un manifesto di libertà.” ha affermato orgogliosamente l’artista veronese.

Eurovision Song Contest, il finale di fuoco del cantante con Boss Doms

Ad ogni modo, solo chi vive intensamente in tal senso può scrivere davvero il manifesto della libertà e far entrare i telespettatori per un attimo nel proprio mondo. Achille Lauro, che per l’occasione riavrà al suo fianco l’amico Boss Doms, darà fuoco al palco dell’Eurovision anche dal punto di vista letterale: la scenografia da lui progettata infatti, partendo dalla nebbia volgerà al termine attraverso le fiamme di un fuoco vivo e spettacolare, pronto a stupire ed incantare il pubblico una volta per tutte.