Rhyth.mix, il corpo di ballo di Scherzi a Parte (Foto)

1 di 4
    continua
    http://www.televisionando.it/foto/rhythmix-il-corpo-di-ballo-di-scherzi-a-parte_4243.html
    Rhyth.mix con Luca e Paolo
    Rhyth.mix con Luca e Paolo. Il corpo di ballo di Scherzi a Parte è costituito dalle ginnaste della compagnia teatrale Rhyth.mix, capitanate dalla coreografa Barbara Cardinetti. Fortemente volute da Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu, conduttori della trasmissione, le Rhyth.mix hanno il compito di coinvolgere il pubblico con eleganti e affascinanti momenti di danza. Non chiamateli balletti, però, perché si tratta anche e soprattutto di impegnative performance atletiche.

    Rhyth.mix con Luca e Paolo

    Il corpo di ballo di Scherzi a Parte è costituito dalle ginnaste della compagnia teatrale Rhyth.mix, capitanate dalla coreografa Barbara Cardinetti. Fortemente volute da Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu, conduttori della trasmissione, le Rhyth.mix hanno il compito di coinvolgere il pubblico con eleganti e affascinanti momenti di danza. Non chiamateli balletti, però, perché si tratta anche e soprattutto di impegnative performance atletiche.

    Ballerine della compagnia teatrale Rhyth.mix

    Ballerine della compagnia teatrale Rhyth.mix

    Il copro di ballo della compagnia Rhyth.mix è composto da sei atlete di rilievo nazionale nel mondo della ginnastica ritmica: Giorgia Cafiero, Fabrizia D’Ottavio, Valentina Giolo, Daniela Masseroni, Sheila Verdi, Laura Vernizzi. Alcune di loro hanno fatto parte della nazionale azzurra di ginnastica ritmica, sono medagliate olimpiche e campionesse del mondo.

    Coreografia delle Rhyth.mix

    Coreografia delle Rhyth.mix

    Le coreografie delle Rhyth.mix, studiate da Barbara Cardinetti, sono un mix di elementi di danza moderna e di ginnastica ritmica, ma sfruttano anche l’utilizzo degli attrezzi tipici della ginnastica(clavette, cerchio, palla, nastro e fune).

    Rhyth.mix a Scherzi a Parte

    Rhyth.mix a Scherzi a Parte

    Le Rhyth.mix sono delle ginnaste che, abbandonata la carriera agonistica, hanno voluto trasformare in puro spettacolo l’eleganza e la femminilità di una disciplina complessa come la ginnastica ritmica.