1 di 36

Concita De Gregorio (Foto)

Concita De Gregorio

Leggi l'articolo: Sformat di Mariano Sabatini – De Gregorio sostituisce Augias. La cultura è appaltata a Repubblica su Rai3, Pane Quotidiano: Concita De Gregorio parla di libri e cultura su RaiTre

Concita De Gregorio

Concita De Gregorio è la conduttrice di Pane Quotidiano, in onda ogni mattina su RaiTre dal 23 settembre 2013. La giornalista pisana è nota per essere una delle firme del quotidiano di Repubblica da anni, eccettuato il periodo in cui ha ricoperto la carica di direttore de L'Unità (2008/2011).

  • Concita De Gregorio
  • A un evento con Saviano
  • A una lettura
  • Al festival del giornalismo
  • Al fianco di Benigni
  • Con gli occhiali da sole
  • Con Lucrezia Lante Della Rovere
  • Concita a lavoro
  • Concita a un incontro
  • Concita a una festa
  • Concita a una manifestazione
  • Concita casual
  • Concita in bianco
  • Concita in piedi
  • Concita legge l Unità
  • Concita pensierosa
  • Concita tra i libri
  • Incontro in libreria
  • Intervento da Floris
  • Intervento nel talk show
  • La De Gregorio a un dibattito
  • La De Gregorio al microfono
  • La De Gregorio assorta
  • La De Gregorio in primo piano
  • La De Gregorio in TV
  • La giornalista in TV
  • La giornalista intervista
  • La giornalista per strada
  • Ospite a Ballaro
  • Ospite a Che tempo che fa
  • Ospite con Elisabetta Gregoraci
  • Ospite in radio
  • Primo piano della giornalista
  • Sorridente a un festival
  • Sorridente con il quotidiano
  • Un bel sorriso
  • Next

Galleria di immagini e foto: Concita De Gregorio

Commenta

Ricorda i miei dati

Mohamed BA 03 ottobre 2013, 18:55
0 punti

Voi siete la storia.
Vivete in un giorno descritto millenni fa.
«Ma sorse sull’Egitto un nuovo re, che non aveva conosciuto Giuseppe, e disse al suo popolo: “Ecco, il popolo dei figli d’Israele è più grande e più forte di noi: prendiamo provvedimenti nei suoi confronti, perché non si moltiplichi e se ci sarà una guerra non si aggiunga anch’esso ai nostri nemici, combatta contro di noi e poi se ne vada dal paese”. Gli imposero perciò dei sovrintendenti ai lavori forzati per opprimerlo con i loro gravami, e così Israele costruì le città-magazzino di Pitom e Ramses per il Faraone. Ma più lo opprimevano, più si moltiplicava e cresceva; perciò gli Egiziani ebbero paura dei figli di Israele. Allora gli Egiziani sottoposero i figli d’Israele a un lavoro massacrante: amareggiarono la loro vita con un duro lavoro nella preparazione dell’argilla e dei mattoni e con ogni genere di lavoro nei campi, lavori ai quali li costrinsero con dura schiavitù».
E i sacrificati, i fuggitivi, cadevano come mosche sotto i colpi dell’odio, finché l’aiuto di Dio non ricostruì un’ennesima speranza di libertà. Il tempo dalla mia parte di Mohamed BA San Paolo Edizioni

Rispondi Segnala abuso

© 2005-2015 Trilud S.p.A. - P.iva: 13059540156 - Tutti i diritti riservati.

Televisionando, supplemento alla testata giornalistica NanoPress registrata presso il Tribunale di Milano n 314/08