Zio Gianni su Rai Due, Paolo Calabresi in una nuova sit-com dal 22 dicembre

Zio Gianni su Rai Due, Paolo Calabresi in una nuova sit-com dal 22 dicembre 2014

da , il

    Paolo Calabresi sarà un nuovo personaggio, Zio Gianni, da cui la nuova serie TV di Rai Due prende il nome, in onda dal prossimo 22 dicembre. Approda alla sit-com ma con la passione per la fiction e il programma TV Le Iene. L’idea è dei The Pills – rivelazione social del 2014 – ma sembra prestarsi volentieri al piccolo schermo. L’attore torna a parlare del tema del lavoro. L’ha già fatto qualche anno fa, nel 2008, conducendo a La 7 il programma TV Italian Job: in quell’occasione si travestiva da personaggi famosi denunciando truffe e politici di turno. In qualche modo ritorna a raccontare il lavoro, perché il nuovo personaggio, Zio Gianni appunto, stavolta è disoccupato.

    Un tema di attualità, basta guardare i dati preoccupanti che ogni giorni invadono le time-line dei quotidiani, che si vorrebbe raccontare a metà tra il reale, la satira e l’intrattenimento. Paolo Calabresi è per così dire il primo firmatario di questa sit-com dalla mission innovativa, ma ci sono anche Cristel Checca, già attrice nel film I mostri oggi, e Francesco Russo, diretti dalla regia di Sidney Sibilia e Daniele Grassetti.

    In qualche modo, Paolo Calabresi, che nella serie tv interpreta (Zio) Gianni Coletti, ne dovrà passare tante: disoccupato lo è già, ma sembra non bastare, visto che sua moglie sta progettando per lui un trattamento di favore – cacciarlo di casa -, dilaniato – si fa per dire – dal dover scegliere se vivere come barbone o rifarsi una vita. Tocca arrangiarsi e va vivere con degli studenti: i coinquilini che trova sono un po’ speciali, disordinati al massimo, con delle abitudini del tutto differenti.

    Prova così a proporre delle regole di convivenza là dove fino a un minuto prima non c’erano. Quando era sposato, ad esempio, non gli capitava mai di fare la spesa. Saranno in qualche modo i coinquilini Chiara, Fulvio e Rodolfo, poi amici solidali, ad impartire ‘lezioni’ di discount, strategie di risparmio e così via. Nota dolente però, resta comunque cercare lavoro in una società che ormai dei separati sembra non farsene più nulla: i colloqui di lavoro, le difficoltà, la speranza che inizialmente svanita viene riconquistata. Ma come andrà a finire? Lo scopriremo nei 25 episodi previsti della durata di 7 minuti ciascuno, a partire dal prossimo 22 dicembre in onda alle 21.00 dal lunedì al venerdì.

    Senza farsi prendere la mano con l’ossessione degli ascolti TV, riuscirà Zio Gianni su Rai 2 a fare meglio in una fascia oraria già risultata non troppo soddisfacente su questo fronte per Una Mamma Imperfetta e Impazienti con Max Tortora ed Enrico Bertolino? L’unica risposta possibile forse è LOL.